SBK Jerez 2013, Sykes: “Sono rilassato, puntiamo alla vittoria” [FOTO]

I Commenti di piloti della SBK giunti alla quattordicesima ed ultima tappa del mondiale delle Derivate dalla Serie a Jerez, in Spagna

da , il

    Come tutti i Giovedì, è giunto il momento di sentire cosa hanno da dire i piloti della SBK alla vigilia del quattordicesimo e ultimo appuntamento per questo infuocato 2013, giunto alla conclusione in quel di Jerez, in Spagna. Il nostro caro Tom Sykes si dimostra rilassato e concentratissimo su ciò che è necessario fare, mentre c’è più tensione nel team Aprilia, che vede entrambe i piloti in lotta per il mondiale ma con possibilità scarse. E gli altri…

    Tom Sykes #66 Kawasaki Racing Team: “La pista di Jerez è molto bella e non ci trova impreparati, visti i test dello scorso inverno. In tanti fanno calcoli sulle mie probabilità di successo, sulla base dei punti che mi servono per il titolo, ma per quanto mi riguarda dobbiamo semplicemente fare il nostro lavoro e vedere come va a finire. Io sono rilassato, questo è l’ultimo round ed ancora una volta quello decisivo. Lo scorso anno eravamo indietro di 30,5 punti, ora siamo in vantaggio di 37, quindi in una situazione molto più favorevole. Se tutto andrà bene, domenica pomeriggio potremo finalmente goderci il fine settimana nel migliore dei modi.”

    Leon Camier #2 Suzuki Crescent Team: “Ho fatto enormi progressi e questo ha sorpreso anche i medici che non credevano ce l’avrei fatta per Jerez. Il piede è ancora un po’ gonfio ma sta migliorando, ora mi sto concentrando sulla forma fisica in generale, pur stando attento a riposarmi il dovuto per velocizzare il recupero. Non sarò al 100% in Spagna, ma sarò pronto quanto basta per poter correre e da lì si vedrà. Dovrò passare i controlli medici in circuito, ma non credo sarà un problema in quanto riesco a mettere peso sul piede ed ho già guidato le mie moto da Enduro e Trial. A Jerez non ho mai corso, ma conosco la pista grazie ai test svolti durante l’inverno ed in stagione, quindi non vedo l’ora di essere lì e prendere parte all’ultimo round del 2013.”

    Eugene Laverty #58 Aprilia Racing Team: “Abbiamo ancora la possibilità matematica di vincere il titolo Piloti. Tutto quello che posso fare è cercare di portami a casa tutte e due le manche e vedere cosa succede. Veniamo da una ottima serie di sette podi e mi piacerebbe molto concludere la stagione con un acuto”.

    Sylvain Guintoli #50 Aprilia Racing Team: “Dopo la battaglia di Gara2 a Magny Cours con il mio compagno che per me si è conclusa con una scivolata, gli esami medici non hanno riscontrato ulteriori danni alla spalla. Questa è la prima buona notizia! La seconda è che saremo sulla nostra pista test, che poi conosco bene visto il mio passato nei GP. Potenzialmente siamo ancora in corsa per il titolo e voglio provarci fino alla fine”.

    Marco Melandri #33 BMW Motorrad Italia: “Mi è parecchio mancato questo tracciato, dunque sono contento di tornarci. E’ estremamente tecnico con curve lente e veloci e rettilinei molto corti che non ti lasciano neanche il tempo di respirare. Qui non conta in assoluto la potenza del motore ma è il pacchetto completo che deve funzionare bene. Per queste ragioni mi aspetto due gare belle e con tanti protagonisti. Spero di poter salutare e ringraziare la squadra con un buon risultato”.

    Chaz Davies #19 BMW Motorrad Italia: “Anche se ho corso in questa scuderia per un solo anno è stato molto produttivo. Ognuno di noi andrà in spagna per lo stesso motivo. Finire la stagione come si deve e possibilmente con un podio.La pista è una delle mie preferite. Il dritto è abbastanza corto e uscendo dalla curva ti serve quasi metà rettilineo per rimetterti in posizione, subito dopo devi ricominciare a frenare per il tornante.E’ difficile e, per certi versi, assomiglia a Laguna, dove la potenza non è l’elemento più importante, ma anche la ciclistica deve essere a punto”.

    Ayrton Badovini #86 Ducati Alstare Team: “Siamo già all’ultimo evento dell’anno, incredibile! Non è stata una stagione facile per noi ma vorrei chiuderla nel miglior modo possibile, ottenendo dei buoni risultati a Jerez. Siamo stati a Jerez questo Aprile per fare dei test e la pista mi piace. E’ tanti anni che le Superbike non corrono lì però, quindi nessuno avrà dei riferimenti. Spero di poter lavorare bene con la mia squadra per adattare la moto alla pista e fare due belle gare per concludere la stagione positivamente.”

    Javier Forés #12 Ducati Alstare Team: “Jerez è una pista che mi piace tanto, giro lì ogni anno con il campionato spagnolo e quindi la conosco molto bene. Penso sia adatta alla Ducati, considerando che non ci sono dei lunghi rettilinei. Quest’anno sta andando molto bene per me nel campionato spagnolo. Nella mia categoria Stock, mi trovo a mio agio con la Panigale e le soddisfazioni non sono mancate, abbiamo vinto cinque delle sei gare disputate fino ad ora. Non ho ancora provato la Superbike, e quindi non vedo l’ora di testarla per trovare un set-up adatto alla pista di Jerez. Sarà molto interessante e ringrazio la Ducati ed il Team Ducati Alstare per questa importante opportunità.”