SBK Jerez 2014, Melandri: “la prima doppietta da papà è fantastico!”

Interviste post gare per i protagonisti dopo le due gare del round di Jerez, terzultimo appuntamento del Mondiale 2014

da , il

    Chiuso il weekend di SBK Jerez 2014 con la doppia doppietta Aprilia con Melandri davanti a Guintoli, il Mondiale Superbike si prende ora un mese di sosta per ritornare in quel di Magny Cours con ancora Sykes davanti a tutti in classifica generale ma con un vantaggio di soli 31 punti sul francese Guintoli. Saranno cruciali le prossime 4 gare tra Magny Cours e Losail per assegnare il titolo piloti che dopo Laguna Seca sembrava più nelle mani di Sykes.

    Aprilia

    Marco Melandri: “È stata una gara difficile. Sono partito bene, calmo, mentre gli altri volevano spingere al massimo. Sapevo che sarebbe stata lunga e sono risalito piano piano. All’ultimo giro stavo per fare come Rins, stavo già esultando, ma per fortuna avevo un po’ di vantaggio e mi sono rimesso in carena”

    Sylvain Guintoli: “Resto positivo ma siamo un po’ in difficoltà con il passo di gara. Questa mattina la squadra ha fatto un po’ di magie, ed andava meglio. Mi mancava trazione sul finale, era impossibile fermare Marco, che è molto veloce qui. Comunque è un risultato positivo”

    Chaz Davies: “Nei primi giri ero sorpreso, la moto era perfetta e tutto è andato liscio. Poi abbiamo perso grip sul posteriore e la moto era più difficile da gestire. Dobbiamo lavorare sull’usura e la stabilità in Gara Due”

    Sul podio

    Marco Melandri: “È stata più dura di Gara Uno. Queste gomme sono particolari, avevo paura di spingere troppo all’inizio ed ho cercato di non stressarle troppo. Da metà gara in poi ho cercato di cambiare passo. Fare doppietta alla prima gara da papà è fantastico, vedere il sorriso di Martina e della mamma sarà un premio incredibile”

    Sylvain Guintoli: “Ho fatto la stessa strategia di Gara Uno, per scappare all’inizio ed evitare una bagarre con Sykes. Forse l’ho pagata, ma eravamo comunque messi meglio con l’assetto. Quando Marco mi ha passato non volevo mollare, ma ho rischiato due volte di perdere l’anteriore. Ha guidato molto bene, qui era più veloce e pensa al suo campionato ed al suo contratto, e comunque noi abbiamo recuperato punti in campionato. Non mi arrenderò”

    Tom Sykes: “Non cambia niente alla fine. Sapevamo che sarebbe stato un weekend difficile. In passato siamo andati bene qui, oggi invece non ero al meglio. Non credo sia stata una domenica buttata, abbiamo imparato molte cose e spero di metterle a frutto a Magny Cours”