SBK Jerez 2016, Chaz Davies: “La mia è la squadra migliore del mondo”

SBK Jerez 2016, Chaz Davies: “La mia è la squadra migliore del mondo”
da in Chaz Davies, Circuiti SBK, GP SBK, Jonathan Rea, News SBK, Piloti SBK, SBK 2017, SBK commenti, SBK Jerez, SBK Spagna, Tom Sykes
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    SBK Jerez 2016, la Ducati

    SBK Jerez 2016, gara-1. Chaz Davies ha compiuto una vera impresa oggi, perché non ha semplicemente vinto, ma ha dominato partendo dal sesto posto. La sua moto era perfetta per le sue movenze, come ha dichiarato anche lui stesso: “Adesso la moto è mia, è modellata a mia immagine, ad ogni curva potevo fare quello che volevo io. Sono molto contento, perché oggi qui ad Jerez poteva essere una pista difficile per me, però negli ultimi due anni qua riesco a vincere e per questo voglio ringraziare la mia squadra, perché loro sono i migliori del mondo. Questa vittoria è per loro perché loro credono in me“. Riguardo alle possibilità di vincere il titolo, il gallese ha ammesso candidamente: “E’ difficile, ho perso tanti punti durante metà stagione, per me il distacco di 72 punti è troppo grande, è tutto quasi finito“.

    Lorenzo Savadori ha avuto una delle gara più complicate della stagione, sicuramente una delle meno buone dell’ultima metà di stagione. Il pilota italiano ha chiuso al tredicesimo posto, ed è apparso molto in difficoltà: “E’ stata una gara molto difficile, è stato complicato arrivare alla fine perché abbiamo avuto qualche problema grosso. Adesso vedremo cosa fare perché la moto era davvero molto difficile da guidare. Comunque abbiamo preso tre punti, e sperare di poter migliorare domani“. Tom Sykes ha concluso la sua gara alle spalle di Chaz Davies, ed è riuscito a stare davanti al suo compagno di team Rea, obiettivo minimo della giornata per restare aggrappato al sogno del titolo mondiale: “Sono abbastanza soddisfatto di questa seconda posizione, anche perché ad ogni modo non avevo il passo di Chaz Davies. Abbiamo avuto anche qualche piccola imperfezione su cui dovremo lavorare in vista della gara di domani. Peccato essere secondi nel mondiale ed essere così distanziati da Jonny (Rea)”. Jonathan Rea si accontenta di un terzo posto, alle spalle di Sykes che gli garantiscono la possibilità di essere ancora campione del mondo in anticipo, magari proprio in gara-2 a Jerez: “Non sono dispiaciuto per il terzo posto, mi sembra un buon piazzamento. Sono dispiaciuto, casomai, perché ho avuto dei seri problemi con il setup della Kawasaki. Lo scorso anno era il nostro punto di forza, che ci consentiva di essere molto forti specialmente nella seconda parte di gara. Oggi abbiamo problemi al traction e al grip verso la fine della gara, e dobbiamo lavorarci su per cercare di migliorare in gara-2“.

    477

    PIÙ POPOLARI