SBK Jerez 2016, Spagna: le pagelle da 10 a 0!

SBK Jerez 2016 - Le pagelle da 10 a 0 dei protagonisti della SBK sul circuito di Jerez in Spagna.

da , il

    SBK Jerez 2016. Appassionati di Superbike, benvenuti nello spazio dedicato alle pagelle del GP di Jerez 2016 di SBK, il Gran Premio di Spagna. Cercheremo di dare un voto da 10 a 0 a tutte le cose che hanno contraddistinto questo weekend, il penultimo stagionale del mondiale motociclistico delle derivate di serie. Sicuramente fioccheranno voti alti per coloro che si sono distinti particolarmente durante questo evento, carico di emozioni. Ma non anticipiamo nulla, adesso sfogliate le pagine per conoscere le pagelle di Jerez, qualcuno potrebbe anche recriminare, ma il nostro giudizio sarà imparziale.

    VOTO 10: Chaz Davies

    Il pilota della Ducati, Chaz Davies, è stato di un’altra categoria a Jerez, è sembrato un alieno rispetto a tutti gli altri. Nonostante una qualifica non eccezionale, partendo dalla seconda fila ha sempre dominato tutti e due i round di gara, vincendo entrambe le volte con distacchi abissali rifilati agli avversari. Le Kawasaki sono apparse molto indietro rispetto a Davies, che ha umiliato tutti. Divino.

    VOTO 9: Kawasaki

    Voto 9 alla Kawasaki, intesa come squadra, come team, che a Jerez de la Frontera è riuscita a laurearsi definitivamente campione del mondo costruttori. Grandissima stagione per gli uomini in verde, che sono partiti subito fortissimo all’inizio della stagione e sono rimasti costanti per tutto il resto del campionato. Peccato non aver potuto festeggiare questo importante titolo con una vittoria in pista di uno dei due piloti, che sono comunque andati a podio in entrambe le gare. Complimenti.

    VOTO 8: Nicky Hayden

    Ottima la prestazione di Nicky Hayden nel corso di tutto il weekend di gara a Jerez de la Frontera. Il pilota americano, campione della MotoGP 2006, sembra aver trovato il giusto feeling con la moto, con la squadra e con la categoria. Il doppio quarto posto ottenuto in Spagna è un bel biglietto da visita per l’ultima gara della stagione, poi si penserà alla prossima stagione che potrebbe essere quella per puntare a ben altro. Positivo.

    VOTO 7: Sylvain Guintoli

    Il pilota francese della Yamaha, Sylvain Guintoli, non ha di certo avuto una stagione facile da affrontare, complice una moto in continua sperimentazione e per il brutto infortunio di Imola che lo ha tenuto ai box per tanto tempo. Durante questo weekend l’ex campione della SBK è stato veloce e costante, ha sempre messo dietro il compagno di team e non è mai andato troppo lontano dalle posizioni prestigiose. Ottima prestazione.

    VOTO 6: Jordi Torres

    Jordi Torres qua correva in casa, non è stato un weekend fantastico per il quale gioire a squarciagola insieme ai proprio tifiosi, ma lui ci ha messo il cuore in questa gara ed ha lottato con una moto che faceva i capricci su questa pista. Può essere soddisfatto di quanto combinato, anche se le posizioni di vertice erano ben distanti. Il talento però è cristallino e per lui si prospetta un bel futuro.

    VOTO 5: Alex Lowes

    Durante questo weekend la Yamaha sembrava poter lottare per almeno il quinto posto, come ha fatto Guintoli. Anche Alex Lowes ha lottato per quella posizione, ma come spesso gli è capitato durante questa stagione è stato autore di una caduta in Gara-1, che gli ha compromesso anche l’andamento generale del weekend, che non può essere considerato positivo. Rolling Lowes.

    VOTO 4: Xavi Fores

    Doppio ritiro per Xavi Fores, un pilota che potenzialmente aveva un ritmo almeno da quarto posto, occasione sprecata per lui che poteva far gioire qualche tifoso corso a Jerez per andare a vedere le sue gesta su pista. Il pilota della Ducati Burney porta a casa un doppio zero, ma brucia specialmente il ritiro di gara-2 per motivi tecnici. D’altronde nessuno è profeta in patria.

    VOTO 3: Lorenzo Savadori

    Ci siamo abituati fin troppo bene nella seconda metà di stagione, ma per Savadori il weekend di Jerez è stato un inferno. Lorenzo ha sofferto sia in gara-1 che in gara-2, correndo al limite della zona punti. Un weekend di sbandamento ci sta, per un ragazzo che ha dimostrato di avere un grande talento e che ha incantato per larghi tratti della stagione.

    VOTO 2: Davide Giugliano

    SBK Jerez 2016, Davide Giugliano

    Davide Giugliano sta facendo una terribile fatica in questa ultima parte di mondiale, anche a causa dell’infortunio alla spalla che lo sta ancora tormentando. In gara-1 il pilota della Ducati è caduto durante le prime battute della corsa, mentre in gara-2 non è andato oltre la tredicesima posizione. Sicuramente l’infortunio e il dolore hanno condizionato questo piazzamento, ma l’italiano sembra aver staccato la spina. Deconcentrato.

    VOTO 1: Pesek

    Il pilota ceco Pesek ha avuto un difficile fine settimana in Spagna, in entrambe le gara non ha di certo brillato, anzi ha portato a casa un doppio ultimo posto, una cosa da far rabbrividire anche il peggior Al Sulaiti di stagione, invece lui ci è riuscito. Andrà meglio la prossima volta, anche perché peggio sarà quasi impossibile.

    VOTO 0: Al Sulaiti

    Lo abbiamo nominato poc’anzi, ma Al Sulaiti ci tiene al suo voto 0 in pagella, come i punti guadagnati durante questo weekend di Jerez de la Frontera. Il nostro “amico” è abbonato al peggior voto del weekend e anche stavolta non si è smentito, togliendo la potenziale palma del peggiore al buon Pesek. Eroico.