SBK Laguna Seca 2013: Il grande ritorno, l’occasione di Sykes [FOTO]

da , il

    lagunaseca

    Si sente il rombo degli aerei che atterrano qui a Laguna Seca. I primi piloti iniziano a sopraggiungere sul circuito, mentre i grandi container vengono scaricati e trasportati sul posto, mentre l’asfalto adesso fresco visto il fuso orario si prepara ad accogliere la compagine del Mondiale SBK, insieme al Campionato Nazionale AMA SBK. C’è molta attesa per questo grande ritorno delle Derivate di serie a Monterey, e noi siamo ancora più tesi. Quindi, per scaldarci, diamo inizio alle danze con la Preview del Dodicesimo Round del Mondiale Superbike!

    Bene, cosa dire di cenni storici? Per farvi capire come cambiano le cose l’ultimo vincitore qui per le Derivate di Serie fu Chris Vermeulen, su Honda, nel lontano 2004, ultimo anno in cui si corse a Laguna. Per la sostituzione la scelta, dopo la divisione dei circuiti tra SBK e MotoGP, ricadde sul Miller Motorsport, che se devo dire la mia non è nemmeno paragonabile. Si vocifera che la chiusura del rapporto tra SBK e Miller derivi dal fatto che un certo sponsor l’anno scorso non ha potuto essere presente sulle carene di un certo team, a causa di certe regolamentazioni dello stato che vietavano la pubblicità al gioco d’azzardo. A buon intenditor…

    Potrei quasi evitare di descrivere la pista, ma la nostra Preview è fatta per coloro che non sono troppo addetti ai lavori, quindi direi di farci un bel giro. Allora, il rettilineo non è proprio un rettilineo ma è formato da una semi curva poco dopo il traguardo, che porta immediatamente alla parte discendente del circuito. La prima curva, la Andretti Hairpin, è una curva abbastanza particolare, si affronta alla fine della parte in discesa e si interpreta allargando la prima parte per poi chiudere la seconda, in modo molto spigoloso. Seguono due curve a destra di circa 90° che portano al tratto che inizia a risalire. Dopo la curva 5 si affronta questa parte molto ripida che porta al Rahal Straight, che culmina con la staccata completamente cieca del famoso Corkscrew, Cavatappi per gli amici. A detta di tutti i piloti però non è quella la parte piu difficile bensì la Rainey Curve, la curva seguente, paraboliche e da affrontare con l’anteriore ancora scarico dal peso. E il punto per capirsi dove si è rotto il link dell’ammortizzatore di Ben Spies l’anno scorso. Si conclude la curva Dieci, una lunga sinistra e la Undici, una novanta gradi che riporta sul rettilineo di partenza.

    Altre cose importanti da sapere è che quest’anno ci saranno due Italiani su Ducati a cercare di difendere i colori della casa di Borgo Panigale. Niccolo Canepa infatti andrà a sostituire l’infortunato Checa, che è dato per partente in Kawasaki o al ritiro per chiusura carriera, quindi si parla già di 2014, dove sembra che Nicky Hayden sia molto tentato da Aprilia oltre che da Yamaha. Ci sarà poi anche un altro pilota da osservare, ossia Blake Young, che ha molto ben figurato su Suzuki l’anno scorso nel campionato AMA SBK, che è un pò come il nostro vecchio CIV e il BSB Inglese. Tutto il resto lo scopriremo durante il weekend, ovviamente qui su Derapate.it!