SBK Laguna Seca 2014, anteprima: il Cavatappi vi aspetta!

Anteprima del Gran Premio degli Usa Superbike 2014 sul circuito di Laguna Seca in California

da , il

    SBK Laguna Seca 2014 anteprima

    Dopo un weekend altamente spettacolare in quel di Portimao dove è successo praticamente di tutto (pioggia, contatti, sorpassi, bagarre), la Superbike è pronta questo weekend ad affrontare un’altra trasferta oltreoceano. Questa volta si va in California e più precisamente vicino a Monterey per trovare il circuito di Laguna Seca che ospiterà il 9° appuntamento del Mondiale Superbike 2014.

    Tom Sykes è reduce da una vittoria e uno scialbo 8° posto a Portimao ma è sempre più padrone di questo mondiale indirizzato ancora verso la Kawasaki, le Aprilia sono chiamate al riscatto dopo il patatrac tra Guintoli e Melandri in gara 2 per non perdere ulteriore terreno da Sykes, Ducati è sempre andata forte nel tortuoso tracciato californiano. Ci sono quindi tutti i presupposti per un nuovo weekend altamente spettacolare. Il Cavatappi è pronto a far da cornice a grandi battaglie nello stile Superbike!

    Aspettative

    Cosa ci possiamo aspettare per questo weekend sul tortuoso tracciato californiano? Prevedere cosa potrà succedere è praticamente impossibile perchè ad ogni giro può succedere di tutto e a Portimao si è visto. Sicuramente ci saranno grandi battaglie sia nel gruppo di testa che per la categoria EVO con piloti molto agguerriti. Proviamo a fare delle ipotesi: la lotta per la vittoria sarà riservata ancora una volta alle due coppie Kawasaki e Aprilia ma attenzione agli outsider come Rea, fresco vincitore di gara 2 a Portimao e le Ducati di Giugliano e Davies. Per quanto riguarda le EVO sarà battaglia a tre tra Salom, Canepa e Barrier con l’inserimento delle Bimota (ancora in attesa di omologazione)

    Il tracciato

    Situato a 12 km da Monterey (California) e 250 m sul livello del mare, il tracciato di Laguna Seca è il più corto del mondiale con i suoi 3610 metri di lunghezza.

    Adagiato sul fianco di una collinetta, il circuito si snoda partendo dal fondo della valle per poi salire bruscamente verso la cima a partire dalla curva 5 fino alla curva 8/8a, dove il circuito scollina per poi ridiscendere bruscamente verso il traguardo.

    La configurazione della pista è particolare e piuttosto diversa dalle altre piste del resto del mondo. La sezione più famosa è senz’altro quella di cui fa parte il Cavatappi, una chicane spettacolare posta in cima alla collina, che si affronta a 80 km/h e che si snoda su un dosso molto ripido.

    Il rettilineo principale è molto corto e presenta due cambi di pendenza (metà rettilineo è in salita per poi scendere verso la prima curva, un lungo tornante verso sinistra), la velocità massima non è elevata (in fondo al rettilineo si toccano i 270 km/h sia con le MotoGP che con le Superbike)

    Un tracciato che ha subito pochissime modifiche nel corso degli anni e resta il più affascinante e spettacolare del calendario 2014.

    Curiosità

    L’albo d’oro del tracciato di Laguna Seca conta nelle sue 11 edizioni ben 9 vittorie australiane (3 Gobert, 3 Corser, 2 Vermeulen, 1 Bayliss), 7 vittorie americane (3 Kocinski, 3 Ben Bostrom, 1 Edwards), 1 vittoria per Italia (Chili), Spagna (Xaus), Inghilterra (Sykes) e Irlanda (Laverty)

    Dall’edizione del 2004 son passati ben 9 anni prima che il Mondiale Superbike ritornasse l’anno scorso in California