SBK Laguna Seca 2017, Davies: “Non vedo l’ora di correre di nuovo”

Chaz Davies è pronto a tornare in sella alla sua Ducati Panigale R in vista della corsa negli States. Dopo il brutto infortunio, l'unico pensiero è quello di tornare a correre.

da , il

    SBK Laguna Seca 2017, Davies: “Non vedo l’ora di correre di nuovo”

    SBK Laguna Seca 2017. Il brutto e pesante incidente di Misano Adriatico, avvenuto durante Gara-1, ha tenuto Chaz Davies a riposo dopo il grande spavento. Il weekend della Riviera Adriatica è stato molto negativo per lui, per la salute e per i pesanti punti lasciati in mano agli avversari. Adesso il gallese della Ducati è terzo in classifica, a ben 111 punti da Jonathan Rea, leader della classifica. Le ambizioni di titolo sono quasi accantonate, per il momento la cosa principale è tornare in sella alla Panigale R e ritrovare il feeling con le corse. Chaz Davies rimane ottimista per tornare sulla sua Ducati per disputare l’ottavo round del campionato mondiale Superbike di questo fine settimana negli Stati Uniti, a Laguna Seca. In questi ultimi giorni Davies si è allenato molto per riuscire a tornare in sella alla sua Rossa, l’appuntamento americano è troppo importante per continuare a sognare.

    Le ambizioni di Chaz Davies

    Il pilota del team Aruba.it Racing Ducati ha subito una frattura della vertebra trasversale L3 (terza vertebra lombare) e una contusione del pollice sinistro nel suo ultimo giro di gara-1 mentre stava conducendo la corsa ed è stato colpito dalla moto di Jonathan Rea in un incidente spaventoso. Nonostante la gravità dell’incidente, Davies ha fissato un obiettivo, riuscire a correre al seguente evento, quello di Laguna Seca, un obiettivo che è sicuro di aver raggiunto dopo aver subito un trattamento intensivo di fisioterapia. Queste sono le parole dell’alfiere gallese di Ducati, in vista della sfida americana: “Ho fatto fisioterapia ogni giorno per le ultime due settimane, e le mie condizioni sono costantemente migliorate. Mi sento generalmente abbastanza bene e la parte posteriore non mi preoccupa particolarmente. Dobbiamo solo aspettare i via libera ufficiali del personale medico“. Il numero 7 ha dichiarato di non stare più nella pelle, e vuole tornare a fare quello che ama di più, correre: “Onestamente, non vedo l’ora di correre di nuovo. E’ stato un po’ frustrante non essere in grado di correre a Misano, ma non ho voluto fare niente che fosse in grado di peggiorare la mia salute. Voglio approfittare dei prossimi giorni per risvegliare il mio corpo. Laguna Seca è una grande pista, che mi ricorda molti grandi momenti e la sua atmosfera è fantastica. Forse sarò un po’ limitato fisicamente, ma se riusciamo a trovare una configurazione confortevole che permetta alla moto di colpire i segni senza forzare troppo, possiamo mirare alti, quindi sono fiducioso“. Essendo stato costretto a perdere la seconda corsa mondiale SBK a Misano, Davies è 111 punti di distanza dal leader di campionato Rea, ma la sua avventura riparte dagli States, dal circuito più iconico della California, Laguna Seca.