SBK Magny Cours 2012, Melandri su Gara 1: “Serve un miracolo per il titolo”

Melandri commenta il secondo posto ottenuto in Gara 1 a Magny Cours, un risultato che gli apre una piccola chance per la conquista del Mondiale

da , il

    Melandri Nurburgring 2012

    Marco Melandri commenta a bocce ferme il secondo posto guadagnato tra le curve del tracciato internazionale di Magny Cours, dove di corre l’ultima gara del campionato della Superbike 2012. Risultato che, insieme al ritiro per caduta di Max Biaggi durante il secondo giro, lo rimette in corsa per la conquista del titolo iridato di categoria. Il ravennate del team della BMW è stato comunque autore di un’ottima corsa e dopo i recenti ritiri, Gara 2 riveste un’importanza fondamentale.

    Lo scivolone dell’Aprilia di Biaggi al secondo giro riapre il Mondiale e l’italiano della BMW, Melandri, insieme al britannico Tom Sykes, terzo classificato in Gara 1, tornano a sperare di conquistare la corona di campione in vista del secondo step del Gran Premio di Francia.

    L’ex pilota della MotoGP, però, cerca di tenere i piedi per terra considerati soprattutto i 14,5 punti di ritardo in classifica sul pilota romano del World Superbike 2012: “In Gara 2, per vincere il titolo e rimontare su Biaggi servirebbe un miracolo, soprattutto con le condizioni climatiche così incerte. Per me non cambia nulla, se qualcuno nn lo butta via sarà difficile vincerlo. Soprattutto con una Ducati così in forma, sarà difficile stare davanti”.

    E sulla sua corsa, dove ha ottenuto il secondo posto dopo ben “quattro zeri”, Melandri si ritiene comunque soddisfatto: “E’ stata un’ottima gara, all’inzio ho faticato molto, ma una volta che sono riuscito a scaldare le gomme è andata sicuramente meglio. La Ducati, oggi, aveva decisamente un altro passo, migliore del nostro, e riusciva ad entrare meglio nelle curve”.

    Grande attesa per Gara 2, dove i tre contendenti si giocano il titolo mondiale della Superbike 2012 all’ultima curva.