SBK Magny Cours 2013, Gara-2: Doppietta di Sykes, il mondiale si chiude a Jerez [FOTO]

Il LIVE! di Gara-2 della SBK a Magny Cours, in Francia

da , il

    La Kawasaki è vicina al titolo quanto una sola altra volta, nel lontano 1993 con Scott Russel. L’anno scorso l’ha sfiorato per mezzo punto, cosa mai vista in Superbike, ma quest’anno il vantaggio che ha Tom Sykes rispetto al resto degli inseguitori è decisamente più marcato e sicuramente più “tranquillo” rispetto all’epica lotta che l’anno scorso ha visto prevalere Max Biaggi. Salvi sul pelo Laverty e Guintoli, che cadono entrambi ma vengono graziati dalla Bandiera Rossa arrivata per la pioggia. Il vincitore però è Tom Sykes, che si porta a un centimetro dal mondiale. La cronaca completa qui sotto

    Magny-Cours – FIM Superbike World Championship – Race 2

    1. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 34’36.149

    2. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 34’47.240

    3. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 34’47.486

    4. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 34’59.157

    5. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 35’01.873

    6. Vincent Philippe (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 35’10.911

    7. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 35’12.368

    8. Toni Elias (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 35’17.106

    9. Lorenzo Lanzi (Mesaroli Transports A.S.) Ducati 1098R 35’19.862

    10. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 35’29.337

    11. David Salom (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 35’32.400

    12. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 35’40.197

    13. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 35’40.392

    14. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 35’46.495

    15. Fabrizio Lai (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale 36’05.590

    RT. Michel Fabrizio (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 21’48.713

    RT. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 20’40.188

    RT. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 11’45.088

    RT. Michele Pirro (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 3’24.776

    ORE 16:07 BANDIERA ROSSA! Tom Sykes con un guanto sul mondiale, tutti i giochi si decideranno in Gara-1 a Jerez. Duello in casa Aprilia fino alla fine, la spunta Laverty su Guintoli dopo la caduta di entrambe all’Adelaide per la pioggia, la bandiera rossa arriva subito dopo e fa chiudere la gara ai ragazzi Aprilia sul podio. La classifica finale qui sopra

    Al sedicesimo giro si nota che Melandri è riuscito a rientrare in pista e gira con i tempi dei primi, senza però avere possibilità di riprendere più di tanto visto che è tredicesimo. Fuori dai giochi invece Fabrizio con problemi al motore, Iannuzzo con una bella escursione copiata da Cluzel, che cadeva pochi giri prima. Sykes comanda con sette secondi su Guintoli, Laverty insegue a pochi decimi. Ottima prova di Lanzi, che sorpassa con la 1098R la 1199 di Badovini

    All’ottavo giro vediamo il Replay della caduta di Pirro, che perde l’anteriore senza farsi fortunatamente danni. Bravo comunque Sbirro Pirro, che alla fine stava esordendo nella SBK. Nel frattempo Tom Sykes questa volta stacca tutto il kit degli inseguitori, in primis Laverty che si trova davanti a Guintoli. Melandri altrettanto fuori, idem Haslam che rompe il motore.

    ORE 15:30 Partenza! Sykes scatta nuovamente bene seguito da Laverty e Giugliano, che viene sorpassato però da Guintoli e Melandri per un sobbalzo. Tutti in corsa per il primo, movimentatissimo giro