SBK Magny Cours 2013, il Pagellone di Derapate.it [FOTO]

Il Pagellone di Derapate

da , il

    Si sta per concludere, questo tanto combattuto mondiale. Si riparte da Magny Cours con i giochi ancora aperti per la SBK, anche se di margini minimi, mentre Supersport e Superstock 1000 hanno già premiato i loro vincitori. European Junior Cup e Stock 600 sono i campionati che si giocano ancora tutto, con il primo comandato da Jake Lewis con soli 4 punti su Robin Anne, mentre il secondo vede tre italiani nelle prime tre posizioni, capitanati da Morbidelli seguito da Gamarino e Nocco, tutti e tre in soli 14 punti! Ma adesso è il momento del Pagellone di Magny Cours!

    Apriamo per direttissima con i Campioni delle categorie, quindi Sam Lowes #11 Yamaha Yakhnich Motorsport, voto CAMPIONE : Si stava giocando la vittoria, ma ha preferito lasciar perdere. L’ha fatto per evitare di andare per terra e tenere il mondiale ancora aperto, e secondo me lo ha fatto anche un pò come rispetto per il campione uscente. Vince il mondiale con una gara d’anticipo, a pari vittorie con Sofouglu e con la seconda come posizione peggiore. Astro Nascente

    Sylvain Barrier #1 BMW Motorrad Junior Team, Voto CAMPIONE : Come si può leggere riconferma il titolo dell’anno scorso, ottenuto su quella che è la moto da battere in Superstock e che probabilmente lo sarà in classe EVO l’anno prossimo. Non sale sul podio ma non era necessario, anche che Canepa fosse arrivato prima ci sarebbero comunque stati troppi punti di differenza. Campione Confermato

    Kenan Sofouglu #54 Kawasaki MAHI India Racing, Voto 9 : Si fa beffare in Superpole, cosa che accade solo quando l’avversario è Lowes, ma fa una gara d’orgoglio e di forza, riuscendo a spuntarla su Sam e su Iddon. Da Campione quale è, si ferma e abbraccia Lowes, congratulandosi per primo al suo successore. Vecchio Leone

    Christian Iddon #21 MV Agusta Parkin Go Team, voto 8 : Parte in testa con uno start incredibile, forza tantissimo tutte le staccate e si fa buona parte della gara senza nessuno davanti. La MV sta andando bene ma non si è ancora ai livelli di Kawasaki e Yamaha, quindi è costretto ad accontentarsi della terza posizione, con tanto di caduta subito prima della bandiera rossa per pista bagnata. Supermotarder da Corsa

    Passiamo alla SBK, ed apriamo con Tom Sykes #66 Kawasaki Racing Team, voto 10 : Superpole, Doppietta con Guintoli che gli alitava alle spalle in gara 1, gara 2 in solitaria… Se questo non è un campione…

    Sylvain Guintoli #50 Aprilia Racing Team, voto 6 : Non si può dare meno della sufficienza a un pilota che fa due podi, ma questa era una di quelle gare che era meglio finire nella ghiaia che finire secondo. Il mondiale gli è oramai sfuggito di mano, e ha lasciato che Sykes lo battesse sulla gara di casa. Demoralizzato

    Eugene Laverty #58 Aprilia Racing Team, voto 7 : Vale più o meno lo stesso discorso del caposquadra, ma vista la posizione in cui si ritrova ed il numero di zeri merita un voto in più. Gli manca la costanza, ma Sylvain corre da molto di più di lui. Oltretutto è dato per partente in MotoGP, quindi sta facendo il possibile mentre si prepara a traslocare in favore di Melandri. Faccio le valigie

    Davide Giugliano #34 Aprilia Althea Racing, voto 7 : Comincia ad ottenere la costanza che gli mancava, purtroppo per abituarsi a una moto nuova ci vuole tempo. Forse dovrà ricominciare da capo l’anno prossimo, ma non è più sicuro come lo era un mese fa. Nel frattempo ci fa divertire. Guerriero Alla Romana

    Marco Melandri #33 BMW Goldbet Italia, voto 5 : E’ alla chiusura dei giochi, ma per quanto ci provi non arriva a podio. Gli manca il mezzo probabilmente ma non si parla di differenze eclatanti rispetto al 2012. Ci si mette molto di più il fattore mentale, e lo stress di dover ricominciare tutto da capo. Lo aiuterà Aprilia. Ma Gigi resta vero? VERO?