SBK Magny Cours 2014: Melandri non rispetta l’ordine dell’Aprilia, piovono polemiche

Interviste ai protagonisti del Gran Premio di Francia Superbike 2014 concluso con la doppietta Aprilia

da , il

    SBK Magny Cours 2014, podio gara 2

    La doppia doppietta Aprilia nel penultimo atto della SBK Magny Cours 2014 ci consegna un ultimo round in Qatar altamente spettacolare non solo per la lotta per il titolo tra Sykes e Guintoli ma sarà della partita anche Melandri, galvanizzato dalla vittoria in gara-2 e voglioso di dimostrare di poter vincere anche in Qatar. Ma gli occhi del mondo saranno tutti per il duello finale, con i due piloti divisi da solo 12 punti e con 50 punti ancora in palio può succedere di tutto. Intanto piovono polemiche per l’ordine di scuderia non rispettato dal ravennate.

    Interivste post gara-1

    Queste le parole dei tre protagonisti del podio dopo gara-1. In particolare i piloti Aprilia si sono soffermati sull’ordine di scuderia che ha permesso a Guintoli di vincere la gara

    Sylvain Guintoli: “Sicuramente la seconda parte di gara l’ho fatta piano. Sono andato forte all’inizio dopo la seconda parte ho portato la moto a casa. Per noi è molto positivo per il campionato. Abbiamo recuperato dei punti e questo è molto buono”

    Marco Melandri: “All’inizio ho perso un pò di tempo. Ero molto lontano, ma il mio ritmo era buono. Ho cercato di essere veloce durante la gara, ed avevo la gara. Però, nella vita bisogna fare un passo indietro per farne poi uno o due avanti. Io lavoro per Aprilia e devo fare il bene della squadra. E’ dura da accettare perchè per vari motivi non ci sono io davanti, ma così è la vita”.

    Jonathan Rea: “Abbiamo avuto alcuni problemi in accelerazione. Come se la potenza rimanesse plafonata e poi salisse di colpo. Dobbiamo vedere questa cosa in vista di gara due”

    Le dichiarazioni di gara-2

    Marco Melandri: “Ho vinto per rispetto ai miei sponsor personali. Non potevo lasciargli una doppietta. A me non hanno mai regalato nulla. L’ho fatto per loro, tanto comunque all’ultimo round lo dovrò aiutare. Ma non potevo lasciargli due vittorie cosi.

    L’ho fatto anche per mia figlia. Perchè quando mi guarderà negli occhi saprà che nella vita le cose si guadagnano”.

    Sylvain Guintoli: “Era una situazione difficile. Subito prima della gara….vabbè…è cosi. Siamo molto vicino e abbiamo fatto due belle gare. Dai, va bene, ancora più vicini per il campionato. Vediamo in Qatar. Danza della pioggia là? Dovrei iniziare ora”

    Sul caso di giornata (ordine di scuderia non rispettato da Melandri) è intervenuto Romano Albesiano: “Oggi non si può esser tristi. Abbiamo portato a casa due doppiette. Marco è stato bravissimo in gara uno a cedere il posto a Guintoli. Ma i piloti son cosi: gli ho visto la morte nel cuore. Nella seconda gara non ce l’ha fatta dentro di se”