SBK Magny Cours 2015: il Processo al Gran Premio di Francia

SBK: Il Processo alla Gara

da , il

    Consueta rubrica “Processo al Gran Premio” ovviamente incentrato sul Gran Premio di Francia del Mondiale SBK Magny Cours 2015 dominato da Jonathan Rea. Ci siamo presi un po’ di tempo per riannodare i fili del weekend francese ed esaminare ogni singolo turno di prove e le gare per tirare fuori chi mandare alla sbarra per il nostro processo. Partiamo con Aprilia per le discrepanze tra quanto ottenuto in SBK e Superstock, Tom Sykes per la stagione deludente, Suzuki per lo stesso motivo di Sykes.

    Aprilia: che fine ha fatto lo squadrone 2014?

    ACCUSA: Vedi la RSV4 in versione Stock che vince il titolo con Savadori e poi vedi la stessa moto in versione Superbike arrancare con Haslam e Torres. Chissà se a Noale si sono fatti due conti in testa pensando che qualcosa non va c’è…e non serve nemmeno il triplo ritorno di Biaggi per mascherare le mancanze di Aprilia nel 2015. Fare le cose in fretta e furia non è mai una buona scelta…

    DIFESA: Aprilia indifendibile ma piloti parzialmente scusati con Torres debuttante e Leon Haslam in cerca di riscatto dopo una stagione opaca in Honda…

    Tom Sykes: che fine ha fatto il Tom versione 2013?

    ACCUSA: Surclassato in pista dal suo compagno di box, le ha provate tutte per vincere almeno una gara delle due in Francia per far vedere al team che è ancora il Tom che conoscono…

    DIFESA: C’è poco da difendere nella stagione deludente di Sykes, anche se a parziale discolpa ci sono 4 vittorie e qualche pole a consolarlo…

    Suzuki: alla canna del gas?

    ACCUSA: Nobile decaduta anche la Suzuki dopo un avvio di stagione che prometteva risultati diversi da quelli visti fin qui…De Puniet sembra ormai sul viale del tramonto o un caso analogo a Melandri in MotoGP

    DIFESA: A parziale difesa del team Suzuki c’è comunque la nota lieta di Alex Lowes che mostra segnali di crescita…