SBK Magny Cours 2016, Chaz Davies: “Lo scorso anno abbiamo trovato un buon assetto”

SBK Magny Cours 2016 - Sentiamo le parole del pilota di Ducati, Chaz Davies, prima della gara francese.

da , il

    SBK Magny Cours 2016. Chaz Davies non dispera, anche se il pilota gallese di Ducati sembra ormai completamente fuori dalla lotta per il titolo, dato che dista 98 punti da Rea, anzi il suo entusiasmo è alto perché in Germani sull’asciutto ha fatto il fenomeno ottenendo la pole position e vincendo una gara-1 facendo il vuoto dietro di sé. Il numero 7 di Ducati è pronto a ripetersi anche in Francia, su una pista storica come quella di Magny Cours, in cui i grandi campioni come lui possono fare veramente la differenza. L’alfiere della Rossa di Borgo Panigale si ricorda molto bene come l’assetto scelto lo scorso anno fosse performante, e spera di ritrovare la stessa quadratura anche in questo 2016. La pioggia può essere un’incognita che spaventa, anche se quello che è accaduto in Germania è stato da lezione per tutti quanti.

    Chaz Davies durante questa breve pausa tra il Lausitzring e Magny Cours ha partecipato alla Coppa TT organizzata da Audi. Passiamo dunque alle sue parole in vista della gara francese: “Dopo una divertente esperienza sulle quattro ruote alla Coppa TT, sono pronto a tornare sulla mia Panigale R, con cui ho molta più familiarità“, ha detto Davies. “L‘anno scorso, a Magny Cours, abbiamo trovato una messa a punto che ci ha concesso un ritmo forte in condizioni di asciutto. Cercheremo di ripartire da quella base e vogliamo sfruttare anche per quel feeling con la moto che ci ha permesso di tornare sul più alto del podio in Germania. Il tempo sarà imprevedibile, ma sicuramente dovremo girare sotto la pioggia a un certo punto. A tal fine, abbiamo imparato molto dalla gara due a Lausitz, quindi nel complesso sono molto impaziente di andare in pista“. Davies si incammina così verso l’undicesimo round del campionato 2016 di Word Superbike, in questo finale sfiderà Tom Sykes per il secondo posto, dal quale è distanziato di 51 punti, e sembra del tutto fuori dalla sfida per il titolo con un deficit di 98 punti per Jonathan Rea.