SBK Malesia 2014: le pagelle delle Superbike a Sepang [FOTO]

Pagelle dal round in Malesia della Superbike 2014 dal circuito di Sepang, concluso con la doppietta di Melandri davanti a Guintoli

da , il

    Marco Melandri SBK Malesia 2014 Sepang

    Andato in archivio anche il round in Malesia della Superbike 2014 con la doppia affermazione di Marco Melandri che porta così a 15 le sue vittorie in Superbike scavalcando piloti del calibro di Scott Russell, John Kocinski e Jonathan Rea, è tempo di dare i voti ai protagonisti di questo weekend. Qualche sorpresa tra i promossi e bocciati illustri in queste pagelle di Sepang per la SBK 2014. Sicuramente l’italiano merita la lode, come tutta la Aprilia, incluso Sylvayn Guintoli. Gli altri un po’ più in ombra. Insufficiente Jonathan Rea.

    Marco Melandri 10: ritorna alla vittoria in Superbike con due gare superbe gestendo al meglio le gomme nel finale delle gare rispetto a Guintoli. Trova finalmente la quadra del cerchio del feeling con la sua RSV4 e riesce ad esprimersi al meglio. Rinascita o fuoco di paglia lo scopriremo a Misano. SONTUOSO

    Sylvain Guintoli 9: la pole lo galvanizza e lui parte a razzo in entrambe le gare cercando di scappar via subito per poi amministrare. Peccato che non abbia fatto i conti con un Melandri in giornata super e l’usura della gomma. Ha comunque il merito di stare attaccato al compagno di box e rendergli la vita impossibile. MAESTRO

    Eugene Laverty 8: la Suzuki non è un fulmine di guerra ma lui ce la mette tutta per tenersi aggrappato al gruppo di testa. Il podio in gara 1 è ossigeno puro per lui che aveva bisogno di risultati dopo il doppio ko a Donington. MASTINO

    Toni Elias 7,5: la migliore gara dello spagnolo in Superbike. Due bellissimi quarti posti per lui che ha esperienza da vendere su questo tracciato. GIU’ IL CAPPELLO

    Tom Sykes 7: Baz lo butta giù in gara 1 e lui si fa male al polso destro correndo gara 2 da eroe e portando la sua Kawasaki sul podio. Fa una bella ramanzina al buon Loris dopo gara 1. HULK

    Chaz Davies 6,5: buona doppia gara per il pilota Ducati che batte il suo compagno di box Giugliano debilitato dall’influenza. Sfiora il podio in gara 1 con una moto più lenta di Suzuki e Aprilia ma lui riesce comunque a farla volare. SUPER

    Davide Giugliano 6: corre le due gare debilitato dall’influenza e la nota positiva è che riesce anche a concluderle. Purtroppo per lui dietro alle Honda. EROICO

    Loris Baz 5: tira giù Sykes in gara 1 e all’inizio di gara 2 quasi combina il pasticcio. Calma i suoi bollenti spiriti con una gara senza infamia e senza lode. PASTICCIONE

    Jonathan Rea e Leon Haslam 5: voto di coppia per i due piloti Honda che non sono mai stati al livello di Aprilia, Ducati, Kawasaki e Suzuki. Gare abbastanza anonime dei due piloti e preoccupante involuzione da Imola. ECTOPLASMI

    Menzione speciale ancora una volta per le Bimota di Badovini ed Iddon per la gran gara disputata, ancora una volta a punti. Encomiabile il lavoro svolto dai tecnici e dai piloti per preparare al meglio questa moto che però ha la spada di Damocle sulla testa dell’omologazione…