SBK Malesia 2016, anteprima: a Sepang tutti all’inseguimento di Rea

SBK Malesia 2016, anteprima - Il mondiale Superbike torna nel sud-est asiatico e fa tappa a Sepang. Riparte la caccia al primato di Rea.

da , il

    SBK Malesia 2016. Il mondiale delle derivate di serie riparte e si sposta dall’Europa per tornare nel sud-est asiatico, più precisamente a Sepang, in Malesia, per la sua terza volta nella storia. Il campionato sta entrando nel vivo, l’ultima sfida da Imola ha visto trionfare la Ducati di Chaz Davies in entrambe le gare, ma il leader del mondiale, Jonathan Rea ha resistito con due secondi posti. Il gallese di Ducati ha rosicchiato solamente dieci punti al primatista e iridato, ma la battaglia continua e il capitolo malese sarà determinante. Il clima sarà ostile in questa parte del pianeta, saranno previsti anche temporali, temperature alte e umidità alle stelle. Una dura prova per tutta la carovana del mondiale.

    Anteprima

    La prima notizia da comunicare sarà l’assenza del campione del mondo di SBK 2014, Sylvain Guintoli. Il francese dopo il brutto incidente di Imola, accorso durante la Superpole, non si è ancora ripreso e i medici non gli hanno dato l’ok per partecipare alla gara malese. Il team Pata Yamaha Racing si schiererà solamente con Alex Lowes, salvo sorprese dell’ultimo minuto. La sfida al vertice sarà sicuramente tra Jonathan Rea e Chaz Davies: il pilota Ducati, dopo il trionfo di Imola, ha ridato fiducia a tutto il team e sembra pronto a battagliare fino all’ultima curva con le Kawasaki. Dall’altra parte Jonathan Rea non molla un colpo, e sembra controllare senza affanno la classifica mondiale. Il terzo in comodo potrebbe essere Tom Sykes, pronto ad approfittare eventuali errori degli avversari. Torres e Camier sperano di confermarsi al buon livello visto sulla pista italiana. Chi è alla prima volta su questo circuito è Lorenzo Savadori con Aprilia, che vorrà tornare a brillare dopo lo sfortunato crollo di Imola, causa gomme. Sarà sicuramente un weekend incerto, condizionato (probabilmente) dalle pessime condizioni climatiche.

    Il tracciato

    Il circuito di Sepang (nella dizione internazionale Sepang International Circuit) è la sede del Gran Premio della Malesia di Formula 1, ma è anche usato per altre competizioni di automobilismo e motociclismo. Sorge a breve distanza dalla capitale della Malesia Kuala Lumpur, nel distretto di Sepang dello stato del Selangor.

    Costruito con tecnologie moderne nel 1999 è stato considerato negli anni a seguire un modello di riferimento per i nuovi circuiti grazie alla creazione di tribune amplissime e funzionali, e ad aree di servizio (box, sale stampa) di prima qualità. Tuttavia, a oltre dieci anni dall’inaugurazione, non ha mai subito una ristrutturazione, perdendo buona parte del fascino e sollevando critiche nell’ambiente. È stato progettato dallo studio di consulenza dell’ingegnere tedesco Hermann Tilke, che ha poi disegnato negli anni successivi i circuiti di Shanghai in Cina e Manama in Bahrain, con evidenti analogie con il disegno di Sepang.

    Il circuito principale, che solitamente si utilizza in senso orario, è lungo 5.543 metri e si caratterizza per le curve molto pronunciate e due lunghi rettilinei molto larghi, uniti tra di loro da un tornante molto lento che dovrebbe favorire le azioni di sorpasso