SBK Malesia 2016: Jonathan Rea rinnova con Kawasaki, Sykes in Ducati?

da , il

    Tra pochi giorni scatterà il Gran Premio di SBK Malesia, sesto round della stagione 2016. Il weekend di si è aperto subito con una notizia importante per il futuro: Jonathan Rea ha rinnovato il suo contratto con Kawasaki per il biennio 2017/2018. Il campione del mondo in carica e leader della classifica iridata, continuerà dunque ad essere un alfiere della Ninja per i prossimi due anni. Il binomio Rea-Kawasaki, oltre alla vittoria del campionato mondiale, ha già numeri impressionati come 19 vittorie e 12 podi in solo 34 gare disputate, impensabile dunque separarsi e il rinnovo è arrivato per la felicità di entrambe le parti. Intanto, nell’altro box Kawasaki, non è cosi scontata la permanenza Tom Sykes.

    “Sono veramente molto contento di aver rinnovato con il Kawasaki Racing Team – ha esordito il campione del mondo SBK – finora abbiamo raggiunto risultati importantissimi e sono sicuro che riusciremo a toglierci tante altre soddisfazioni sviluppando insieme la Ninja ZX-10R”. Jonathan Rea, in sella alla Kawasaki, ha potuto esprimere le proprie qualità: “Fin dal primo giorno sono stato parte integrante del progetto e sono grato a Kawasaki per aver creduto in me. Ora voglio ripagarli vincendo il titolo piloti 2016″. Un rinnovo che ha accontentato entrambe le parti: “Jonathan ha trovato un feeling incredibile con il team e la moto – ha confermato Steve Guttridge, manager Kawasaki – Non potevano spezzare questo incantesimo e abbiamo proposto il rinnovo al pilota. Siamo molto felici del rinnovo e di lavorare ancora per un biennio con Jonathan. Siamo certi che la nostra moto, insieme a Rea, ha il pacchetto migliore per vincere i prossimi campionati SBK”. Se il binomio Rea-Kawasaki continuerà anche nel 2017, non si può dire lo stesso di quello tra Sykes e la ninja. L’inglese, dopo sette anni, potrebbe lasciare e non rinnovare con la Kawasaki. Sykes, campione del mondo SBK 2013, vuole tornare a vincere ma le attenzioni della casa giapponese sono tutte rivolte verso il suo più giovane compagno di team. Da qui l’idea di cambiare aria: sulle sue tracce c’è la Ducati che vorrebbe creare un super team con Chaz Davies per vincere nella prossima stagione un titolo che manca da troppo tempo. In questo caso il sacrificato sarebbe Davide Giugliano.