SBK: Max Biaggi non molla a Silverstone

Max Biaggi esce quasi indenne da Silverstone, una pista dove la sua Aprilia ha sofferta ma che alla fine lo lascia comunque con un buon margine di vantaggio (60 punti) in classifica iridata Superbike sull'inglese della Suzuki Leon Haslam

da , il

    Max Biaggi - Silverstone 2010

    Max Biaggi esce quasi indenne da Silverstone, una pista dove la sua Aprilia ha sofferta ma che alla fine lo lascia comunque con un buon margine di vantaggio (60 punti) in classifica iridata Superbike sull’inglese della Suzuki Leon Haslam.

    Il Corsaro ha chiuso al quinto e sesto posto il Gran Premio d’Inghilterra, decimo round del mondiale SBK, mentre Haslam è arrivato terzo e quarto nelle due Gare. Ora Biaggi dovrà tenere duro per i tre round che mancano alla fine del WSBK 2010.

    Max Biaggi soffre a Silverstone ma tiene duro. I punti di vantaggio su Leon Haslam si sono ridotti a 60, ma il bottino è comunque cospicuo e – a tre round dalla fine del campionato Superbike e 150 punti in palio – il Corsaro dell’Aprilia può scendere in pista con un vantaggio anche in termini psicologico. A

    Nurburgring (5 settembre), Imola (26 settembre) e Magny Cours (3 ottobre) sarà Leon Haslam a dover inseguire l’italiano.

    L’Aprilia è prima anche nella graduatoria costruttori, a 53 lunghezze dalla Suzuki.

    Esco da questo weekend abbastanza contento, anche se non sono queste le posizioni che mi competono,” ha dichiarato Biaggi al termine di Silverstone, “Qui è stato difficile, soprattutto mettere a punto la mia RSV4 sul fondo sconnesso del tracciato. In gara2 sono finito sesto dietro a cinque piloti inglesi, credo proprio che il fattore casa abbia dato loro delle motivazioni in più.”

    A Silverstone è infatti andato alla grande Leon Camier, il rider inglese della casa di Noale. Il campione in carica della British Superbike ha conquistato il sesto posto nella prima gara e il terzo posto in Gara 2: “Una giornata fantastica,” ha commentato Camier, “Sono contento per il podio, davanti ai miei tifosi. E’ anche un bel premio per la mia squadra e per Aprilia.”