SBK: Max Biaggi teme Silverstone

Max Biaggi arriva al round di Silverstone del campionato mondiale Superbike come leader del WSBK 2010 ma ciò nonostante ha ammesso di ambire solamente a rientrare tra i primi quattro

da , il

    Max Biaggi - SBK Silverstone 2010

    Max Biaggi arriva al round di Silverstone del campionato mondiale Superbike come leader del WSBK ma ciò nonostante ha ammesso di ambire solamente a rientrare tra i primi quattro.

    Dietro questa sua prudenza si nasconde però una scelta tattica: i tanti (e forti) piloti britannici della SBK faranno di tutto pur di ben figurare in madrepatria, mentre al Corsaro dell’Aprilia basterà amministrare bene il vantaggio di 68 punti che ha su Leon Haslam (Suzuki) in classifica iridata piloti.

    Arrivare a questo punto del campionato con 68 punti di vantaggio sul nostro più diretto inseguitore è un risultato straordinario,” ha dichiarato Max Biaggi, “Specie considerando che siamo solo al nostro secondo anno nel Mondiale con una moto totalmente nuova. Ora che siamo davanti non vogliamo farci scappare l’occasione, anche perché stiamo meritando ogni singolo risultato visto il grande lavoro svolto.”

    Il circuito si Silverstone è inoltre poco adatto alle caratteristiche e alla velocità della sua Aprilia RSV4 Factory: si tratta di una pista abbastanza sconnessa, con buche ed avvallamenti, e servirà tutta l’esperienza del Corsaro per gestire al meglio le due gare di domenica, anche perché può contare su una buona prestazione ottenuta in Sudafrica su un tracciato che presentava lo stesso tipo di problemi: “Silverstone è un tracciato nuovo per tutti, credo che già dalle prime prove si potrà avere un’idea abbastanza precisa dei valori in campo,” ha continuato il rider Aprilia, “Noi temiamo soprattutto le sconnessioni dell’asfalto, visto che la RSV4 sembra non digerirle troppo bene, ma adesso sappiamo anche dove intervenire. Le gare di Misano e la seconda di Brno hanno dimostrando che il lavoro paga e i piccoli problemi non sono certo ostacoli insormontabili. Il mio obiettivo per questa gara è concludere tra i primi quattro.