SBK Misano 2016, San Marino: le Pagelle da 10 a 0!

SBK Misano 2016 - Abbiamo dato le pagelle da 1 a 10 a tutto ciò che ha contraddistinto il GP di San Marino.

da , il

    SBK Misano 2016. Appassionati di Superbike, benvenuti nello spazio dedicato alle pagelle del GP di Misano 2016 di SBK, il Gran Premio di San Marino. Cercheremo di dare un voto da 10 a 0 a tutte le cose che hanno contraddistinto questo weekend, l’ottavo stagionale del mondiale motociclistico delle derivate di serie. Sicuramente fioccheranno voti alti per coloro che si sono distinti particolarmente durante questo evento, carico di emozioni. Ma non anticipiamo nulla, adesso sfogliate le pagine per conoscere le pagelle di Misano, qualcuno potrebbe anche recriminare, ma il nostro giudizio sarà imparziale.

    VOTO 10: Jonathan Rea

    Fantastico weekend quello di Jonathan Rea, il campione del mondo ha compiuto una doppietta al gran premio di San Marino, allungando in classifica su tutti gli avversari. Gli avevano detto che era un mese e mezzo che non riusciva a vincere, ma lui sempre costante, stavolta ha dato la zampata ed è andato a prendersi una meritata doppia vittoria. Adesso è fuga mondiale.

    VOTO 9: Tom Sykes

    Il pilota britannico è davvero in ottima forma, ma non abbastanza per andare a prendersi il primo posto tanto agognato. Le Kawasaki volano e lui ha lottato alla pari con Rea, ma anche stavolta si è dovuto accontentare del secondo posto. Due gare di grande sostanza, merita questo nove, anche se adesso in classifica l’avversario va avanti e aumenta il distacco.

    VOTO 8: Lorenzo Savadori

    Merita un otto perché in Gara-1 ha dovuto lasciare la gara per colpe altrui, mentre in gara-2 ha lottato con le unghie per portare la sua Aprilia al quinto posto. Prestazione eccezionale per l’italiano che si candida a pilota di riferimento del prossimo futuro. Il confronto col suo compagno di Team, De Angelis, è impietoso. Bravo.

    VOTO 7: Niccolò Canepa

    Niccolò Canepa ha esordito su questa pista con la Yamaha ed ha portato a casa un settimo e un nono posto nelle due gare di Misano. Niente male per il sostituto di Guintoli, merita un sette pieno in pagella. La moto non è ancora a posto, ma lui ha fatto il massimo, il team deve essere contento di lui e della sua prestazione.

    VOTO 6: Michael Van Der Mark

    Il podio nella prima gara aveva illuso tutti, quel terzo posto che mancava da molto tempo ormai. Gara-2 è stata sfortunata, perché il pilota olandese è stato costretto ad un decimo posto finale, dopo che Chaz Davies cadendo lo aveva coinvolto nell’incidente. Sembrava tutto perduto, ma in questo modo il weekend non è stato proprio da dimenticare. Terzo e decimo, merita la sufficienza.

    VOTO 5: Nicky Hayden

    Nicky Hayden ci aveva un po’ illuso con le prove del venerdì e la qualifica del sabato, alla fine l’americano è tornato a casa con solamente un sesto posto ottenuto in Gara-2. Nella sfida del Sabato dopo due giri ha abbandonato la competizione, poiché la sua CBR perdendo aderenza lo ha fatto finire nella sabbia. Insufficienza lieve per Kentucky Kid.

    VOTO 4: Alex De Angelis

    Questo è il Gran Premio di San Marino, Alex De Angelis è l’unico rappresentante del piccolo stato, ma i risultati ottenuti sono stati negativi per i continui problemi fisici dell’esperto pilota. Un dodicesimo e un tredicesimo posto. Molto poco per un pilota che vede il suo compagno di team prendersi sempre più i consensi degli addetti ai lavori.

    VOTO 3: Chaz Davies

    Continua la tradizione negativa di Chaz Davies a Misano Adriatico, la Gara-1 per il gallese è stata bella per la grande rimonta dal ventiduesimo al quarto posto finale, dopo la collisione con Xavi Fores, ma in Gara-2 la troppa veemenza lo ha fregato, finendo per terra al secondo giro. Per un pilota che ambisce a vincere il titolo, questo è stato un weekend veramente negativo, che ridimensiona le sue ambizioni.

    VOTO 2: Grillini Racing

    Molto negativa la loro presenza a questa gara, notte fonda per il team che ha raccolto solo briciole e un grande gap dal resto della comitiva che conta. Per la prima volta c’è stato un team che ha fatto peggio della squadra Toth, sembra una cosa impossibile, ma è a Misano è successo.

    VOTO 1: Al Sulaiti

    Il pilota del Qatar è stato costantemente il penultimo pilota driver in pista per tempi, ritmo e risultato finale in entrambe le gare. Altra prestazione da dimenticare, è vero che il team è quello che è, però Al Sulaiti non rappresenta al migliore dei modi la categoria, facendo fare una brutta figura a sé stesso e alla squadra.

    VOTO 0: Vizziello

    Pilota di casa che non ha fatto una gran belle figura. Vizziello merita lo zero in pagella, poiché non ha terminato Gara-2 ed è arrivato ventesimo su venti in Gara-1, quindi il suo apporto alla gara è stato nullo, come il suo voto del weekend. New Entry nella lista degli errori, speriamo di vederlo prossimamente in posizioni più nobili.