SBK Monza 2013: Melandri, Sykes e Laverty all’attacco di Guintoli [FOTO]

da , il

    Dopo il weekend di Assen si torna in Italia con la prima delle due tappe sul nostro suolo, e si inizia da Monza. Qui trovate la preview del circuito e i cenni storici recenti per quanto riguarda le derivate dalla serie, mentre adesso vi proponiamo i pensieri dei Piloti alla vigilia del primo Gran Premio D’Italia nel Tempio della Velocità. Guintoli, forte della moto che cavalca, è ben deciso a consolidare la sua leadership tanto quanto il suo compagno di squadra, Eugene Laverty, vuole riprendere un pò dello svantaggio accumulato dal Francese. Sykes è pronto a fare una gara all’attacco, mentre Melandri, che ancora non è completamente apposto con la spalla, si ritiene pronto comunque per due belle manche. Vediamo i commenti al completo!

    Sylvain Guintoli, #50 Aprilia Racing Team: Sono davvero emozionato e non vedo l’ora di guidare la mia RSV4 a Monza. Arriviamo qui da leader della classifica, proprio mentre il Campionato entra nel vivo. La pista mi piace molto e, guardando i risultati degli anni passati, sembra che assecondi perfettamente le caratteristiche della mia Aprilia. Spero che potremo battere il record assoluto di velocità per la categoria Superbike ma, soprattutto, lasciare Monza con due buoni risultati.

    Eugene Laverty, #58 Aprilia Racing Team:Era importante per me tornare in corsa con una vittoria ad Assen. Onestamente non mi aspettavo di vincere, e questo mi da ancora più motivazione per affrontare uno dei circuiti più impegnativi del calendario. La velocità di punta è molto importante a Monza, e alla RSV4 non manca di certo. Mi auguro che il tempo si mantenga asciutto e che possiamo divertirci con due belle gare domenica, da ora in poi la lotta al vertice sarà serrata, ogni risultato sarà importantissimo

    Tom Sykes, #66 Kawasaki Factory Team: Ovviamente sono molto motivato, dopo la gara di Assen: la nostra moto sta andando alla grande e i cambiamenti fatti quest’anno stanno dando i risultati sperati. Sono felice di andare a Monza, l’anno scorso avevo vinto l’unica gara disputata, è un circuito che mi piace molto, dove ho sempre ottenuto buoni risultati e perchè è un tracciato con una grande storia alle spalle. La Ninja ZX-10R è molto ben bilanciata e penso sia la moto giusta per quel circuito. E’ strano avere tre piloti con gli stessi punti al secondo posto, sebbene al momento non mi stia preoccupando molto della classifica.

    Marco Melandri, #33 BMW Motorrad Italia: Monza è una pista che mi piace molto perchè è unica nel suo genere e con l’asciutto è affascinante. Con il bagnato, invece, non va molto d’accordo con le moto. Speriamo bene per il meteo. Fisicamente sono soddisfatto, sto continuando la preparazione e, quindi, dovrei arrivare alla gara con una buona forma. Monza per fortuna non è una pista molto fisica e con la spalla non dovrei avere problemi, anche perchè ci sono poche curve. Proprio da quelle curve sarà importante uscire molto bene per sfruttare al massimo il rettilineo successivo. Purtroppo in quel frangente io non sono completamente a mio agio, ma sono molto fiducioso per la gara, complessivamente, infatti, siamo messi abbastanza bene, specialmente per quanto riguarda il motore.

    Chaz Davies, #19 BMW Motorrad Italia:Non vedo l’ora di correre a Monza. È un circuito molto particolare, diverso da tutti gli altri. Non ha molte curve ma lunghi e veloci rettilinei. Sono stato nella galleria del vento la scorsa settimana e, ora, proverò a trasferire quello che ho imparato sulla pista. Il circuito con i suoi lunghi rettilinei dovrebbe adattarsi molto bene alla nostra RR, ed io sono certo che abbiamo una delle moto più competitive per Monza. La potenza non è tutto, infatti, lavoreremo per migliorare ulteriormente la ciclistica e per trovare il miglior setting per questa pista. Mi aspetto un weekend più tranquillo di Assen, ovviamente poi vedremo come andranno le cose. L’atmosfera nelle gare italiane è sempre speciale, i tifosi sono eccitati e puoi percepire che l’Italia è il cuore della Superbike in Europa. Mi auguro che sia un bel weekend e che tutti possano godersi le gare.

    Carlos Checa, #7 Ducati Alstare Factory Team:Durante gli ultimi due eventi, specialmente in gara, la spalla sinistra mi ha sempre dato fastidio, ma la sera, dopo gara 2 ad Assen, è decisamente peggiorata. Una visita specialistica fatta subito dopo il mio rientro in Spagna ha evidenziato un edema osseo all’omero. Rimarrò in cura in Spagna fino a giovedì e spero che gli intensi trattamenti mi aiutino a recuperare e ad affrontare questo weekend senza grossi problemi.”

    Ayrton Badovini, #86 Ducati Alstare Factory Team: Mi è sempre piaciuto l’evento di Monza, è sempre divertente correre a casa. Sarà una gara impegnativa visti i lunghi rettilinei ma daremo il massimo per portare a casa il miglior risultato possibile. Essendo uno degli eventi italiani, spero che venga tanta gente, tifosi, sponsor – il sostengo del pubblico, in una gara come Monza, aiuta tantissimo e da una carica incredibile.