SBK: novita’ positive su Noriyuki Haga

Noriyuki Haga sta bene: dopo la caduta durante il Gran Premio di Superbike di Inghilterra, sul circuito di Donington Park, si temeva ad una frattura alla vertebre

da , il

    Le notizie che giravano ieri sulle condizioni di Noriyuki Haga dopo la caduta di gara 2 erano pessime, ma con il passare delle ore la situazione e’ migliorata: ora sembra sia scongiurata la frattura delle vertebre t8 e t9, che avrebbe significato fine del campionato per il funambolo giapponese.

    Infatti ulteriori esami effettuati al Derby Royal Infirmary hanno confermato la frattura scomposta dell’ulna del braccio destro che verra’ operato in questi giorni, ma hanno escluso l’interessamento delle vertebre; la TAC ha messo in evidenza che probabilmente il problema alle vertebre non e’ recente ma un ricordo di uno dei tanti voli fatti da Nitronori in passato.

    Se il quadro clinico non cambia ancora, ci potrebbero essere grandi sviluppi in chiave mondiale: non piu’ vittoria assicurata nelle mani di Ben Spies e la sua Yamaha R1. Haga potrebbe tornare tra un mesetto, dopo aver recuperato l’uso del braccio destro: magari non sara’ al massimo della forma, ma si tratta pur sempre del leader della classifica mondiale, che lottera’ fino alla fine pur di gareggiare per il titolo.

    Ora aspettiamo notizie nei prossimi giorni: ma se le cose stanno cosi’ lo spettacolo della Superbike e’ salvo e vedremo ancora delle grandi sfide per il continuo del mondiale, che magari finira’ nelle mani di Spies ugualmente, ma senza una consegna grazie ad un infortunio del principale avverario.

    Lo spavento per Noriyuki Haga ha fatto passare in secondo la caduta di Max Biaggi e la sua Aprilia RSV4. Dopo la scivolata in gara 2 il pilota romano e’ risalito in sella senza preoccuparsi degli altri piloti che sopraggiungevano andando a scontrarsi con il marchigiano Alessandro Polita; nessuna caduta per i due centauri ma lo scontro ha provocato una frattura al terzo metatarso del piede destro per Biaggi che pero’ se la cavera’ con una fasciatura, qualche giorno di riposo e 2000 euro di multa dalla direzione gara per non aver rispettato la precedenza.