SBK: Parola ai Piloti

Interviste SBK dopo la gara di Monza

da , il

    Dopo lo strapotere-Bayliss in entrambe le gare della SBK di domenica scorsa, disputata su un circuito di Monza mai pieno come questa volta, ecco le dichiarazioni di alcuni piloti, tra cui il vincitore della gara1 e della gara2, Troy bayliss.

    Troy Bayliss: “Tutto sommato sono contento perchè il weekend monzese sta andando abbastanza bene. Sono soddisfatto della mia prestazione con la gomma da gara, anche se in tutti i turni svolti finora ho dovuto fare i conti con una moto che è un po’ instabile ad alta velocità. Faremo delle piccole modifiche domani mattina durante il warm-up per cercare di risolvere questo inconveniente, ma in ogni caso è un problema che non mi preoccupa più di tanto. Il mio giro in Superpole non è stato perfetto, anzi era abbastanza disordinato, proprio per questa instabilità nel rettilineo che non mi fa rilassare. Comunque siamo pronti per domani, speriamo che non ci sia cattivo tempo perché sono sicuro che gli spettatori vedranno due gare spettacolari su questa pista“.

    Lorenzo: “Non è stata una buona giornata. Semplicemente non siamo riusciti ad trovare un buon assetto e poi non sono riuscito a sfruttare bene la gomma da qualifica. Inoltre ho fatto un paio di errori nella Superpole ed eccomi, costretto ad una partenza in quarta fila invece di una in seconda. Speriamo bene per domani, sarà duro davvero recuperare da quella posizione, se non ti agganci al gruppetto dei primi, la rimonta diventa difficile“.

    Noriuki Haga:“Il podio mi ha fatto molto piacere. Sono state due gare durissime, nella seconda ho cercato di stare con Bayliss e Corser ma ho avuto piccoli problemi di grip al posteriore. La Yamaha è andata molto forte in questo week end e sono felice per aver regalato un bel risultato alla squadra sulla pista di casa. Spero di andare meglio a Silverstone, un tracciato che mi piace e dove lo scorso anno ho fatto il primo podio con la R1”.

    Troy Corser: “Non è andata esattamente come volevo. Ho spinto al massimo, ma so che potevo ottenere ben più di quello che ho fatto. Non riuscivo a trovare il perfetto feeling con la mia moto, anche se il team ha fatto il possibile. E poi purtroppo Bayliss era inarrestabile oggi, avrei provato a prenderlo se non si fossero messi in mezzo gli altri. L’importante è riuscire a limitare il distacco in classifica. Lo attendo alla prossima gara!“.