SBK Portimao 2014, anteprima: in Portogallo tutti contro Tom Sykes

Superbike 2014 a Portimao: in Portogallo riparte la caccia a Tom Sykes per l'ottavo atto del mondiale SBK

da , il

    SBK Portimao 2014, orari

    Il Mondiale Superbike fa tappa a Portimao per l’ottavo round stagionale: il circuito dell’Algarve è uno dei più nuovi del Mondiale, essendo stato inaugurato soltanto nel 2008, anno in cui fu introdotto nel campionato delle derivate di serie. Pista spettacolare e molto veloce che garantirà certamente forti emozioni: si riparte dalla doppietta di Tom Sykes a Misano, con l’inglese che ha allungato in classifica generale. Guintoli e Baz proveranno a non farlo ulteriormente scappare, ma anche Melandri farà l’estremo tentativo di restare in corsa per il titolo. E occhi alle Suzuki che qui a Portimao hanno dimostrato di andare davvero forte!

    Lo scorso anno furono Marco Melandri e Eugene Laverty ad aggiudicarsi le due gare del Round portoghese di Portimao: un Round di recentissima introduzione nel Mondiale Superbike. La prima apparizione qui delle derivate di serie risale infatti al 2008, subito dopo l’inaugurazione dell’Autodromo Internacional do Algarve. Una pista veloce e spettacolare, lunga 4.592 metri, con diversi cambi di pendenza e curve molto impegnative che rendono ogni volta le gare disputate qui ricche di emozioni.

    Una pista su cui Tom Sykes ha vinto una sola volta in carriera (gara-1 del 2012), anche se l’inglese della Kawasaki sta attraversando uno stato di forma davvero eccellente. Quella di due settimane fa a Misano è stata la terza doppietta stagionale su sette tentativi e il distacco in classifica generale sugli inseguitori è cresciuto, tanto che Sykes ha ora 39 punti di vantaggio su Sylvain Guintoli e 41 sul compagno di scuderia Loris Baz.

    1. T. SYKES KAWASAKI 251

    2. S. GUINTOLI APRILIA 212

    3. L. BAZ KAWASAKI 210

    4. J. REA HONDA 199

    5. M. MELANDRI APRILIA 179

    6. C. DAVIES DUCATI 143

    7. D. GIUGLIANO DUCATI 111

    8. T. ELIAS APRILIA 109

    9. E. LAVERTY SUZUKI 106

    10. L. HASLAM HONDA 99

    Più staccato in classifica c’è Marco Melandri, ma il ravennate dell’Aprilia è il pilota che nelle ultime due uscite ha totalizzato il maggior numero di punti, 82 sui 100 a disposizione. La doppietta di Sepang e il doppio terzo posto a Misano lo hanno rilanciato anche in ottica Mondiale e a Portimao, dove ha già vinto due volte in carriera, Melandri proverà a ridurre ulteriormente il gap da Tom Sykes.

    Anche Eugene Laverty ha vinto qui a Portimao due volte in carriera e in più le Suzuki hanno dimostrato di trovarsi benissimo sulla pista portoghese in occasione dei test dello scorso mese di marzo, in cui fu proprio Laverty a ottenere il miglior tempo davanti al compagno di squadra Alex Lowes. I due alfieri Suzuki sperano di poter tornare a competere con i migliori dopo alcune settimane di palese difficoltà.

    Stesso obiettivo per le Honda e in particolare per Jonathan Rea che in poco più di un mese si è ritrovato da leader del Mondiale a quarto in classifica a oltre 50 punti da Sykes. Il pilota irlandese è anche particolarmente legato a questa pista, avendoci esordito nell’ultimo Round Mondiale Superbike nel 2008. In Algarve sono ben sette i podi da lui conquistati su dodici tentativi, anche se la vittoria non è mai arrivata.

    Capitolo conclusivo dedicato alla classe Evo, con David Salom che anche a Misano si è confermato il pilota migliore e che anche a Portimao dovrà guardarsi dagli attacchi dei vari Canepa, Guarnoni, Foret e Barrier, col francese che a Misano ha fatto il proprio rientro con risultati subito ottimi. Rientrerà invece proprio a Portimao il nostro Luca Scassa con la Kawasaki del Team Pedercini dopo l’infortunio di oltre un mese e mezzo fa.

    SBK Misano 2014, pagelle e processo