SBK Portimao 2014, Melandri: “pista eccitante, voglio provare a vincere”

SBK Portimao 2014: Marco Melandri punta a migliorare: "è una delle piste più eccitanti, sono sicuro che potremo fare bene e puntare alla vittoria"

da , il

    Domenica si corre a Portimao l’ottavo Round del Mondiale 2014 della Superbike: in Algarve ci si aspettano conferme un po’ da tutti. Da Tom Sykes che due settimane fa a Misano ha centrato la terza doppietta stagionale allungando in classifica generale, da Loris Baz che ha zittito i critici con un doppio secondo posto, da Marco Melandri che dopo la doppietta di Sepang e il doppio terzo posto di Misano è all’ultima chiamata per tenere vive le speranze iridate. “Una delle piste più eccitanti del circus, voglio provare a vincere” assicura il ravennate dell’Aprilia. Honda e Suzuki chiamate invece al riscatto dopo alcune uscite da dimenticare.

    Marco Melandri è deciso a dare una nuova svolta alla propria stagione: dopo gli 82 punti conquistati nelle ultime 4 gare, il ravennate dell’Aprilia non abbandona i sogni di titolo e punta al massimo nel Round di Portimao. “Quella portoghese è senza dubbio una delle piste più eccitanti del campionato, con i suoi saliscendi e i curvoni veloci. Sicuramente la mia Aprilia può adattarsi molto bene su questo tracciato e dopo il week end di Misano voglio migliorare ancora e lottare per vincere. Io e la squadra ne abbiamo la possibilità”.

    Pronto a rifarsi dopo il quinto e quarto posto conquistati a Misano, Sylvain Guintoli, sempre secondo nel Mondiale alle spalle di Sykes. “Portimao è una pista fantastica. Mi sono sempre divertito molto a gareggiare qui e lo scorso anno il feeling con la mia Aprilia era davvero incredibile. Faremo tesoro delle difficoltà incontrate a Misano per puntare a due buoni risultati in questo weekend“.

    L’uomo da battere rimane comunque Tom Sykes. “Mi sono goduto un po’ di riposo dopo la doppietta a Misano e la mano infortunata sta migliorando. Dopo Misano faremo del nostro meglio per restare a questo altissimo livello e sono sicuro che la squadra gestirà le cose nel miglior modo possibile. Ho fatto bene a Portimao in passato e so che possiamo fare buone cose anche in questo week end“.

    Carico anche l’altro alfiere Kawasaki, Loris Baz. “Mi sento veramente bene perché abbiamo avuto un buon week end a Misano due settimane fa. Portimao mi piace e sento di poter andare veramente forte. La moto sta andando molto bene, ma la competitività è alta quest’anno e ci sono quattro o cinque piloti che possono vincere ogni gara”.

    Chiamate al riscatto dopo le ultime deludenti uscite sia Honda che Suzuki. In particolare Jonathan Rea in poco più di un mese e mezzo si è ritrovato da leader del Mondiale a quarto in classifica a oltre 50 punti da Sykes. “Sono davvero ansioso di scendere in pista a Portimao, uno dei tracciati più entusiasmanti del Mondiale, dove ho fatto bene in passato con la Honda” dice Rea. “Nelle ultime gare abbiamo avuto dei problemi con la gestione dell’elettronica, soprattutto relativi al freno motore, e in questo senso Portimao ci dà l’opportunità di tornare alle basi. Il set-up di base che abbiamo è buono, quindi spero che rappresenterà il giusto punto di partenza per il fine settimana. Dobbiamo assolutamente fare bene in queste due gare per arrivare alla fase finale in una buona condizione di forma“.

    Portimao tracciato buono anche per Suzuki, visto che Laverty e Lowes hanno ottenuto i migliori tempi nel test di marzo. Così Eugene Laverty: “sono felice di tornare a Portimao perché credo che saremo in grado di lottare per il successo su questa pista. Purtroppo mi sono infortunato nuovamente il piede in gara 1 a Misano e per questo non sarò al massimo della forma. Portimao è un tracciato sul quale i piloti possono fare la differenza ed io ho una grande esperienza della pista. La mia squadra sta lavorando duramente e non smetteremo di dare il massimo per tornare sul gradino più alto del podio”.

    SBK Misano 2014 paddock girls