SBK Portimao 2015, anteprima: la caccia a Rea riparte dal Portogallo

SBK: L'Anteprima del Weekend

da , il

    Bem-vindo em Portugal! Dopo il round di Donington Park, ritorna questo fine settimana il Mondiale SBK 2015 con il settimo round della stagione 2015 sul saliscendi portoghese di Portimao, nell’Algarve. Riparte la caccia al capoclassifica Jonathan Rea che saggiamente nell’ultimo round ha lasciato strada al suo compagno di box senza prendersi rischi eccessivi (a parte qualche carenata e il jolly in gara-2). Dal canto suo Tom Sykes è chiamato a confermare il suo ritrovato feeling con la vittoria e confermare quanto di buono fatto vedere da Imola in poi mentre gli inseguitori, Aprilia in primis, devono trovare il modo di arginare lo strapotere Kawasaki che ha un buon margine in classifica costruttori. Il saliscendi portoghese è stato teatro in passato di grandi bagarre e lotte per il titolo, al settimo round è ancora presto per parlare di titolo 2015 già archiviato ma siamo sulla buona strada per vedere la tabella col numero 1 di nuovo su una Kawasaki.

    Aspettative

    E’ il round delle conferme per Tom Sykes che deve continuare quanto di buono fatto fino ad ora per continuare a lottare con il suo compagno di box. Il vantaggio è ancora ampio (102 punti) ma siamo solamente a metà campionato e c’è tutto il tempo per Tom per recuperare il terreno perso nei primi 4 round. Per quanto riguarda Jonathan Rea le aspettative sono alte, sarà in lotta per la vittoria insieme a Tom Sykes e alle Ducati. Un po’ più defilata Aprilia in questa lotta per il titolo costruttori, tutto dipende dalle condizioni fisiche di Haslam e quanto ci impiegherà Torres ad imparare il tracciato. Anche per quanto riguarda il resto dello schieramento sarà come sempre una grande battaglia tra Lowes, le Ducati di Mercado, Baiocco, Terol e la BMW di Badovini con Camier a fare da spettatore interessato dopo l’ottimo weekend inglese.

    Il tracciato

    L’autódromo internacional do Algarve, è un circuito per competizioni auto/motociclistiche situato nella omonima regione nel sud del Portogallo, nei pressi della località di Portimão

    Inaugurato nell’ottobre 2008, ha ricevuto l’omologazione FIM e FIA. Costato circa 195 milioni di euro, ha ospitato la prima competizione ufficiale il 2 novembre 2008 con l’ultima prova del Campionato mondiale Superbike, conclusasi con l’addio ai motori del pluricampione Troy Bayliss, che ha dominato sia gara 1 che gara 2.

    L’impianto è affiancato da un kartodromo, un parco tecnologico, un albergo a cinque stelle, un complesso sportivo e diversi appartamenti. Una “cittadella dello sport motoristico” che si estende su una superficie di circa 300 ettari sulle colline intorno alla cittadina portoghese, mentre la pista vera e propria ha una lunghezza 4,692 chilometri con 64 varianti possibili rispetto alla configurazione originale del circuito.

    Lunghezza: 4.692 m

    Curve: 18

    Pole 2014: Tom Sykes in 1’42″484

    Podio 2014: Sykes-Guintoli-Baz in gara-1; Rea-Giugliano-Davies in gara-2