SBK Portogallo 2013, i commenti pre round da Portimao [FOTO]

da , il

    Entrando nel caldo del campionato, sia per il Round che comincia a portarsi verso la metà dell’anno sportivo della SBK, sia per le temperature del Portogallo, tutti hanno da dire la loro. A maggior ragione se si tratta di piloti del mondiale stesso, e soprattutto dei primi attori. Tom Sykes conta di mantenere il suo passo di carica per portarsi definitivamente in testa al mondiale, i piloti Aprilia sono più che mai combattivi, e nella Supersport abbiamo un David Salom ancora dolorante ma deciso a cercare di riportarsi nelle posizioni che gli competono, e in più una wild card di lusso, ossia Miguel Praia. I commenti dei protagonisti!

    Tom Sykes, #66 Kawasaki Racing Team:”Posso dire che abbiamo mantenuto i piedi per terra dopo la doppietta di Donington. Non è possibile ottenere un risultato migliore in un weekend di gara, quindi d’ora in poi possiamo solo eguagliarlo! La buona notizia è che, se riuscissimo a ripeterci, la nostra situazione di classifica potrebbe diventare davvero positiva. Le nostre prestazioni recenti a Portimao sono sempre state positive, quindi non vedo l’ora di scendere in pista e continuare a dare il massimo. Credo che questa pista sia ancora più impegnativa di quella di Donington, soprattutto per le braccia. Sono sicuro che riusciremo a far funzionare la ZX-10R a dovere, dobbiamo mantenere lo stato di forma attuale. Far bene nel mondo delle corse richiede uno sforzo enorme da parte di tutti, sotto tutti i punti di vista.

    Sylvain Guintoli, #50 Aprilia Racing Team: “Portimao è un circuito bellissimo, oltre che uno dei miei preferiti. Dopo essere tornato sul podio a Donington, non vedo l’ora di poter sfruttare al meglio i punti di forza della mia RSV4 su un tracciato veloce e scorrevole. Dobbiamo continuare a raccogliere più punti possibile, il Campionato sta entrando nel vivo ed ogni gara diventa fondamentale“.

    Eugene Laverty, #58 Aprilia Racing Team:”Probabilmente Portimao è il mio circuito preferito tra quelli in calendario, quindi sono impaziente di scendere in pista. Fino ad oggi posso ritenermi soddisfatto della nostra stagione e punto ad un’altra vittoria in questo weekend. Sarà importante finire sul podio in entrambe le gare, visto che i miei avversari per il titolo si stanno dimostrando davvero costanti

    Carlos Checa, #7 Ducati Alstare Team: “Il mio obiettivo è stato quello di recuperare le forze e prepararmi al meglio per le due gare di questo weekend. A Donington forse mi davo 6 su 10 mentre adesso mi sento da 8. Vado in palestra e continuo con la fisioterapia tutti i giorni e sono in contatto con la Clinica Mobile, così continueremo con i trattamenti anche durante il weekend di gara. Sarà da vedere come mi sento dopo la distanza di gara, ma la pista di Portimão dovrebbe essere meno critica per la spalla rispetto a quella di Donington, che è molto fisico come tracciato. Onestamente pensavo di essere in grado di fare la seconda gara a Donington ma ringrazio Francis ed Ernesto per avermi fatto capire che quella di non correre era la decisione giusta, perchè così la spalla ha avuto il tempo di recuperare la sua forza e la sua stabilita; vorrei che fosse un recupero un po’ più veloce, ma capisco che a 40 anni ci vuole probabilmente piu’ tempo. Spero di poter dimenticare presto questa storia e concentrarmi invece sulla mia crescita tecnica con la moto“.

    Ayrton Badovini, #86 Ducati Alstare Team: “Portimão è un circuito che mi piace molto, non sono mai andato molto veloce in gara, ma nei test invernali si. Mi sento comunque molto fiducioso. Ci dovrebbe essere bel tempo lì a giugno, e tecnicamente non dovrebbe essere una pista così difficile per noi e per la Panigale, anzi forse ci potrebbe dare anche una mano. Diciamo che vado in Portogallo molto motivato e spero che questo weekend possa essere un punto di svolta della stagione“.

    Marco Melandri, #33 BMW Goldbet Team: “Portimão é un tracciato piuttosto tecnico, come Assen e Donington. Ci sono curve lente e curve molto veloci, salite e discese e, molte volte, non vedi oltre la cima. Portimão è un tracciato piuttosto unico e, anche qui, non é facile trovare il giusto set-up, in più ci sono anche molti dossi, dobbiamo lavorare per continuare a migliorare. È molto difficile superare su questa pista, quindi, sarà importante fare delle buone qualifiche, speriamo di riuscire ad avere una buona performance con i pneumatici da qualifica“.

    Chaz Davies, #19 BMW Goldbet Team: “Portimão è un circuito fantastico, per le sue caratteristiche, è uno dei miei preferiti. È complicato trovare il giusto set up, anche se mi piace sempre girare lì e sono stato competitivo in passato. È divertente avere tutti quei cambi di pendenza, alcuni dei quali abbastanza ripidi. Non vedo l’ora di arrivare al weekend. La priorità ora è di risolvere alcune delle difficoltà incontrare nelle ultime gare. Poi il mio piano è di fare una buona qualifica e di lottare per il podio

    Leon Camier, #2 Suzuki Crescent Team: “Non vedo l’ora di tornare in sella, per riscattarmi dopo ciò che è successo a Donington. Mi sono allenato duramente e tutto sta andando per il meglio, il mio livello di forma è alto ed ora dobbiamo soltanto fare bene per metterci alle spalle l’ultimo round. Costruiremo la nostra performance passo dopo passo per presentarci alle gare nella migliore posizione possibile, dobbiamo assolutamente tornare su standard elevati e spingere per dei risultati importanti. La pista di Portimao mi piace molto ed il mio passo di gara è sempre stato competitivo.

    Jules Cluzel, #16 Suzuki Crescent Team: “Lavoreremo tanto quanto abbiamo fatto a Donington, ma questa volta spero che incontreremo un meteo più clemente nella giornata di venerdì. Questo potrebbe aiutarci nel lavoro sulla moto e sul set-up, per ottenere una buona base di partenza in vista delle qualifiche. Per me è fondamentale avere a disposizione tutto il weekend in condizioni di pista asciutta, per migliorare ulteriormente l’affiatamento con la GSX-R. Lo scorso anno ho fatto molto bene a Portimao, era la prima volta per me lì e sono riuscito a vincere la gara. Quest’anno sarà molto più dura, è un tracciato molto impegnativo quindi la mia concentrazione deve essere massima. Attendo con impazienza la giornata di venerdì.

    Davide Giugliano, #34 Aprilia Althea Racing:”Il round di Portimao è uno dei miei preferiti perché la pista mi piace molto e poi perché è sempre un piacere stare qualche giorno in Algarve. Spero che almeno in Portogallo il meteo possa essere a nostro favore e le temperature finalmente estive. Dopo le due gare di Donington siamo ancora più convinti delle nostre capacità e possibilità. Anche nelle gare di Portimao spero di restare nel gruppo di testa e di sfruttare al massimo il grande potenziale della mia RSV4. Non mi pongo un obiettivo specifico, se non quello di dare il massimo ed ottenere dei buoni risultati, per me e per la squadra.

    David Salom, #44 Kawasaki Intermoto Ponyexpres: “Il mio recupero non è ancora completo, so quindi che dovrò affrontare il dolore, ma darò comunque il massimo questo weekend. E’ da due mesi e mezzo che non monto in sella alla mia moto e quindi devo recuperare il ritmo, sarà difficile stare con i primi ma un passo alla volta tornerò al 100%.

    Miguel Praia, #17 Honda Parkalgar Racing Team:”Il Mondiale Supersport è un campionato di altissimo livello e pieno di piloti molto veloci. Ovviamente cercherò di ottenere un buon risultato, non sono uno che scende in pista per perdere, ma, visto che è dalla fine del 2011 che non corro a tempo pieno in questa categoria, non mi aspetto miracoli. La squadra vuole darmi il miglior pacchetto a disposizione ed io intendo far felici i fan presenti all’evento. Come si sa, non c’è risultato prima della bandiera a scacchi, solo dedizione e massimo impegno