SBK Qatar 2015: il Processo al Gran Premio di Losail

SBK: Il Processo alla Gara

da , il

    Ultima puntata del “Processo al Gran Premio” sull’ultimo ed epico round del Mondiale SBK 2015 in Qatar che ha chiuso la stagione 2015 assegnando il titolo di vice campione del mondo a Chaz Davies sulla Ducati. Ci è servito un po’ di tempo per riannodare i fili del weekend qatariota e trovare chi mandare alla sbarra per questo nostro ultimo processo. Partiamo da Tom Sykes e dalla sua mollezza in entrambe le gare, passiamo per Aprilia per chiudere poi con Honda a due volti.

    Cercasi disperatamente Tom Sykes!

    ACCUSA: Eh caro Tom, proprio non ci siamo! Avevi un compito, vincere e sperare in un passo falso di Davies per chiudere alle spalle di Rea ma non ci sei riuscito! E’ inutile che al parco chiuso poi ignori il tuo compagno di box che non ha fatto altro che bastonarti per tutta la stagione. E tu cos’hai fatto in entrambe le gare? Niente e per di più di una mollezza incredibile! 365 giorni fa non eri così quando ti giocavi il titolo con Guintoli…

    DIFESA: A parziale discolpa di Tom per gara-1 ci sono i problemi elettronici alla sua Kawasaki che lo hanno frenato negli ultimi giri ma di più non si può difendere…

    Aprilia: tutto fumo e niente arrosto

    ACCUSA: Doveva essere la vera antagonista di Kawasaki per il Mondiale e invece? 3 misere vittorie e qualche podio per una moto che è ancora competitiva (a livello Stock lo ha dimostrato ampiamente con Savadori) ma con due piloti forse non all’altezza della situazione. Il doppio ritorno di Biaggi forse è stato deleterio per la tranquillità degli stessi piloti e della squadra ufficiale di Noale…

    DIFESA: Anche qui ben poco da difendere pensando che 365 giorni fa Guintoli vinceva il Mondiale proprio in Qatar sulla RSV4…

    Honda: tutto nelle mani di Van Der Mark

    ACCUSA: Se Honda nella seconda metà del campionato è tornata competitiva è solo grazie al talento di Van Der Mark che è riuscito a tirare fuori il meglio da una moto ormai al limite con il progetto mentre da Guintoli ci si aspettava onestamente di più…In bocca al lupo a Nicky Hayden per l’avventura non facile…

    DIFESA: Arduo decidere cosa difendere della stagione di Honda…ah ecco, Magic Michael. Se Honda nelle ultime gare è arrivata sul podio e a giocarsi il podio è proprio merito dell’olandese volante e della sua guida…