SBK Qatar 2017, Rea: “Non ho parole, quest’anno è stato incredibile”

Rea conquista la seconda vittoria, nell'ultima gara dell'anno. Record di punti per lui nella storia della SBK. Le parole dei protagonisti.

da , il

    SBK Qatar 2017. Jonathan Rea conclude nel migliore la sua stagione personale con una vittoria superlativa, battendo Chaz Davies con un grosso margine. Il campione del mondo si dimostra sempre più cannibale e irresistibile, facendo il record di punti nella storia della Superbike. La stagione 2017 viene archiviata con un solo ed unico padrone, Jonathan Rea: “E’ stata una stagione incredibile, non ho veramente parole. Quest’anno è stato più di un sogno. Non riesco a descriverlo, non ho le parole per descrivere cosa io stia provando. Voglio ringraziare anche i miei rivali, Tom Sykes e Chaz Davies, perché mi hanno dato così tanta motivazione, weekend dopo weekend, per continuare a lavorare sempre di più e sempre più duramente“.

    Marco Melandri chiude la corsa al sesto posto, è evidente la delusione del pilota ravennate. I problemi con la Ducati continuano, specialmente in questo genere di piste: “Il grip era pari a zero, abbiamo provato a cambiare alcune cose, ma non hanno funzionato. La moto era nervosa, sui rettilinei la moto si muoveva troppo. Col pieno la moto era ingestibile, negli ultimi giri le cose sono andate meglio, ma ormai era troppo tardi. Non sono le gare che mi piacciono. Il prossimo anno avrò bisogno di un aiuto da Bologna per riuscire a trovare una soluzione per il carico su entrambe le ruote“.

    Chaz Davies conquista un altro secondo posto, dopo quello di ieri. Oggi è arrivata l’ufficialità del titolo di vice campione della SBK 2017. Un premio di consolazione, ma comunque prestigioso e soffiato ad un rivale come Tom Sykes: “Ho avuto qualche problema, per controllare la moto ad un tratto ho fatto come ad un rodeo. Sono molto contento perché ho fatto la partenza della mia vita, ho superato Laverty e sono andato al comando. Dopo, quando ho visto Sykes fuori ho fatto una gara più calma, perché Rea era impossibile da raggiungere, aveva un altro passo. E’ stata una bella stagione, ci vediamo nel 2018“.

    Alex Lowes conquista un altro podio, arrivando terzo sotto alla bandiera a scacchi. La crescita della Yamaha è evidente: “Sono molto contento per questa gara. Sono felice, non vedo l’ora di tornare a battagliare con questi ragazzi l’anno prossimo“.