SBK: sorprese e scommesse

nannelli sostituto di chili, petronas terzi

da , il

    petronas sbk

    Escludendo per un attimo la performance di Corser e Bayliss, la sorpresa di questa prima sessione di prove sul circuito iberico è stato il terzo tempo ottenuto dalle gesta eroiche di Steve Martin che ha il merito di aver portato sul terzo gradino virtuale del podio la Petronas FP1, l’unica moto a tre cilindri che gareggia nel campionato di quest’anno.

    L’australia sembra andare veramente forte su questo tracciato. Anche Steve Martin proviene dalla terra dei canguri e, con un balzo, ha conquistato il miglior piazzamento stagionale. Anche a Phillip Island aveva fatto bene, realizzando un buon quarto tempo, ma questa volta si è superato.

    Tra gli altri protagonisti, spicca Noriyuki Haga su Yamaha. Il passo è buono, sicuramente in gara, a meno di grandi sconvolgimenti, potrà dare del filo da torcere ai primi.

    Senza dimenticare che Haga ha già vinto ben 2 volte su questo tracciato: la prima nel 2000 e la seconda, più fresca, nel 2004.

    La Honda, invece, si è vista annaspare. Il supercampione James Toseland, secondo nel mondiale ad un solo punto da Troy Bayliss, affonda nell’undicesimo piazzamento, il compagno di squadra, conoscenza famosa per gli appassionati di MotoGP, Alex Barros, lo segue a ruota in dodicesima posizione.

    Non benissimo per il debutto del piemontese Giovanni Bussei sulla Honda Ten Kate di Karl Muggeridge. Si difende invece il sostituto di Pierfrancesco Chili, infortunato (ne avrà per più di 2 mesi), Gianluca Nannelli, che chiude in ventesima posizione.