SBK SSP Mosca 2013: Round sospeso, la tragedia cade sulla Russia

Piccolo editoriale per Andrea Antonelli

da , il

    Andrea Antonelli SSP 1

    La notizia la sapete già. Andrea Antonelli è morto oggi, alle 11 e 30 ora italiana, durante la gara della Supersport, e il round Russo è stato sospeso a data da destinarsi. Resta valido il risultato di gara 1, e viene difficile aggiungere altri dati che possano avere davvero importanza. Da qui, un piccolo editoriale e un altrettanto piccolo spunto di riflessione

    Andrea Antonelli SSP 2

    Daijiro Kato, Shoya Tomizawa, Marco Simoncelli, Peter Lenz, e adesso Andrea. Si potrebbe continuare, si potrebbe raccontare la storia di tutti. E poi la prima cosa che viene da dire è quella che, in gare come il Tourist Trophy, viene detta spessissimo: “Non siamo obbligati a correre, lo scegliamo noi”. E’ vero. Eppure ci sono delle cose che posssono essere evitate, che possono essere controllate e messe in sicurezza. Cosi mi domando sinceramente come si possa far partire una gara la cui visibilità è scarsa a tal punto da non vedere a un palmo di naso.

    Andrea era in rimonta. Partito non benissimo, si sa che sul bagnato è una questione di cuore. Così spingeva forte fino a che non si è trovato in quella nuvola di polvere d’acqua, dalla quale non è uscito. Nella sfortuna era stato fortunato, era vicino al centro medico, ma in realtà a quel centro medico non ci sarebbe mai arrivato in tempo. Adesso viene indetta una conferenza stampa per spiegare quello che è chiaro agli occhi, per distribuire colpe, e a un semplice giornalista come me, leggermente controcorrente, semplicemente sembra molto fuori luogo.

    Tutto qui, non mi sento di aggiungere altro apparte che di confermare ciò che dice Davide Giugliano. I piloti meritano più rispetto, hanno scelto uno sport pericoloso ma è grazie a loro che tanti stipendi vengono elargiti a fine mese, e sono loro a rischiare la vita sul circuito, quindi dovrebbero essere ascoltati, dovrebbe essere chiesta la loro opinione. Altrimenti è solo carne da macello, scusate il termine, e come dice Biaggi “sono cose che ti fanno disinnamorare da questo sport”

    Andrea Antonelli SSP 3

    Ecco una ripresa dagli spalti dell’accaduto: