SBK Thailandia 2016 Gara 1, Rea: “Per passare Sykes ho dovuto staccare come un pazzo”

SBK Thailandia 2016 Gara 1, Rea: “Per passare Sykes ho dovuto staccare come un pazzo”
da in Davide Giugliano, Jonathan Rea, Piloti SBK, SBK 2017, SBK Thailandia, Tom Sykes
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    SBK Thailandia 2016. Gara 1 è ormai archiviata, abbiamo visto molti duelli e molte lotte all’ultima staccata. I protagonisti assoluti sono stati i due piloti di Kawasaki che si sono giocati la vittoria, fino all’ultimo istante della gara. Entrambi sono arrivati al podio stremati sia per il gran caldo sia per la dura lotta che li ha condizionati. Davide Giugliano è stato autore di una caduta dopo una buona gara, a pochi giri dalla fine. Michael Van Der Mark, autore della pole, si è dovuto accontentare di un terzo posto, anche per colpa di una sbandata occorsagli nei primi giri. Andiamo a sentire ora le parole di questi quattro grandi piloti.

    SBK Thailandia 2016, Johnny Rea

    Il più felice di tutti è stato sicuramente Jonathan Rea, che ha colto la terza vittoria su tre gare fin qui disputate. Ma stavolta ha dovuto soffrire fino all’ultimo soffio, grazie anche ad un tostissimo Sykes. Ecco le parole dell’iridato: “Tom era velocissimo in rettilineo, per sopravanzarlo ho dovuto staccare come un pazzo! Non ho fatto passare Sykes appositamente per poi controllare, anche perché ho avuto dei problemi con il freno motore. La moto si è bloccata tre volte durante la gara, perciò dovremo metterci le mani“.

    Tom Sykes invece è apparso comunque soddisfatto del secondo gradino del podio, anche se per Gara 2 proverà di nuovo a mettersi davanti al compagno di box, del quale ammette quanto sia veloce su questa pista: “Sono felice del secondo posto, sapevamo benissimo dall’anno scorso che Jonathan (Rea) qui è molto veloce. Ho qualche problema in due o tre curve che mi hanno fatto perdere millesimi, ma siamo molto vicini

    Michael Van Der Mark è stato frenato soprattutto dai problemi tecnici e da una sbandata nei primi giri, altrimenti come dimostrato dai tempi in pista poteva benissimo giocarsi il tutto per tutto con i piloti di testa, ma l’olandese è rimasto comunque soddisfatto: “Devo essere contento, anche se c’è stato qualche problemino. In partenza con il cambio e poi in curva con il freno motore. Peccato perché avevo il passo dei primi“.

    Infine Davide Giugliano ha chiuso la gara con il diciottesimo posto, un vero peccato perché poteva giocarsi la quarta piazza col compagno di squadra Chaz Davies, con il quale ha lottato aspramento. Queste sono le dichiarazioni dell’italiano dopo la gara: “Peccato, stava venendo fuori una grande gara. Avevo dei problemi allo sterzo, ogni tanto in curva si bloccava la ruota davanti. Non mi aspettavo però di cadere proprio là, alla curva prima del traguardo. Superare Chaz in staccata è impensabile, ma c’erano punti in cui potevo fargli male“.

    491

    PIÙ POPOLARI