SBK Thailandia 2017, Melandri: “L’obiettivo è fare il meglio che posso”

SBK Thailandia 2017 - Marco Melandri è pronto a far bene su questa pista dove non ha mai corso e punta ad un risultato di prestigio.

da , il

    Marco Melandri, brillante durante le prove libere

    SBK Thailandia 2017. Marco Melandri non ha mai corso su questo circuito, ma nonostante ciò ha ben figurato durante le prove libere in sella alla sua Ducati Panigale R. Il pilota di Ravenna sembra aver cominciato col piglio giusto ed è molto affamato di risultati e non ha alcuna paura di affrontare un weekend di gara in cui dovrà lottare aspramente contro le Kawasaki che sembrano avere un leggero vantaggio. Il pilota italiano è reduce dal terzo posto di gara-2 in Australia, ed anche a Buriram punta ad ambire ad un posto similare.

    Le dichiarazioni di Marco Melandri

    Il pilota ufficiale Ducati Aruba.it ha rilasciato delle dichiarazioni dopo la sessione di prove libere 2, concluse con il terzo tempo assoluto. Queste le parole del ravennate: “Jonathan ha qualcosa più di noi ma se facciamo un piccolo passo avanti non gli daremo vita facile. C’è qualche piccola cosa da migliorare, ne parliamo sabato mattina. Il problema è che con questo programma così ravvicinato il venerdi è fondamentale, abbiamo appena cominciato a girare e siamo già a ridosso della gara. Su questo asfalto non ci sono problemi di tenuta e tutti spingeranno forte fin dall’inizio. Il caldo sarà un fattore da tenere molto presente. Vediamo la gara, non ho un obiettivo in testa. Potrei essere contento se faccio podio ma non dico niente. L’obiettivo è fare meglio che posso. La pista è più tecnica di quanto mi aspettavo, è difficile trovare il riferimento per queste frenate molto lunghe. La moto però ha funzionato bene fin dal mattino e sono stato più veloce di quanto mi aspettassi. Al pomeriggio, con l’asfalto caldo e più lento, mi sono concentrato sul passo gara, ho lavorato molto con gomme usate. Niente male, buoni tempi“. Il pilota italiano lancia la sua sfida a tutti su una pista che non conosce, ma Melandri non ha paura e vuole portare la Ducati più in alto possibile.