Schumacher: -10 in griglia a Suzuka per l’incidente di Singapore! Ma ha rischiato la squalifica

Formula 1: Schumacher si becca una penalizzazione in vista del prossimo GP di Suzuka per aver causato l'incidente con Vergne nel GP di Singapore! Per lui poteva starci anche una squalifica

da , il

    Schumacher: -10 in griglia a Suzuka per l'incidente di Singapore! Ma ha rischiato la squalifica

    Michael Schumacher si becca un arretramento di dieci posizioni in griglia di partenza per l’incidente con Jean-Eric Vergne durante il Gran Premio di Singapore di Formula 1 2012. Non è la prima volta quest’anno che il pilota della Mercedes finisce bastonato dai commissari. A Montecarlo non poté partire da una meritata pole position a causa della retrocessione di cinque posizioni inflittagli per un tamponamento su Bruno Senna nel corso del precedente GP di Spagna. Mettendo insieme i pezzi, quindi, possiamo affermare che al sette volte iridato è andata bene. Giudici più severi avrebbero potuto inferire, infliggendogli una squalifica tipo quella toccata a Romain Grosjean.

    Schumacher: “Incidente colpa di un guasto”

    Stavolta Michael Schumacher non ci sta a passare per il vecchietto che non ci vede bene al buio. Il tedesco indica, sin dalle prime interviste a caldo, un problema tecnico come causa del tamponamento su Vergne:“Ho frenato addirittura prima del solito ma la macchina non ha rallentato. Come vedete dalle immagini le mie ruote sono bloccate ma la macchina non rallenta. Ho provato di tutto per evitare l’incidente. Ora dobbiamo indagare meglio sulle cause”. Forse è stata questa difesa che gli ha impedito di subire penalità più gravi. Sempre scorrendo la lista delle decisioni post-gara dei commissari del GP di Singapore, scopriamo che nessuna sanzione è arrivata per Sebastian Vettel e Bruno Senna. Il vincitore della gara ha portato Button al rischio di tamponamento mentre era in pista la safety car. Il brasiliano della Williams si è difeso in modo troppo deciso – pur se regolare – nel duello con Massa.

    Nico Rosberg: “Mercedes in miglioramento”

    La Mercedes continua a spingere forte sullo sviluppo sebbene la stagione abbia ormai poco da dire quanto a risultati potenzialmente raggiungibili. Nico Rosberg appare piuttosto soddisfatto degli ultimi aggiornamenti introdotti, tra i quali spicca un nuovo sistema di scarichi. “Stiamo facendo un lavoro molto complicato con l’aerodinamica. E’ difficile far andare l’aria nella giusta direzione ma ora ci stiamo riuscendo. Nelle prossime gare speriamo di ottenere il massimo perché su questo fronte siamo più indietro rispetto ai nostri avversari”, ha affermato nel corso delle conferenza stampa post-gara. Il miglior risultato ottenuto dai tempi del GP di Monaco, però, non deve illudere troppo i tedeschi. Si tratta pur sempre di un misero quinto posto arrivato dopo il ritiro di due che stavano davanti.