Schumacher: anche nel 2012 la Mercedes non è pronta per il titolo

Formula 1: Schumacher mette subito in chiaro le cose e spiega che la Mercedes non sarà in grado di vincere il titolo mondiale neanche nella stagione 2012

da , il

    Schumacher, Mercedes: test F1   2012

    Michael Schumacher mette le mani avanti e dichiara:”Non penso che saremo da subito in grado di vincere”. La Mercedes GP è l’unica squadra tra i big ad aver posticipato la presentazione della monoposto del Campionato di Formula 1 2012 alla seconda settimana di test. Da Stoccarda giurano che dietro a questa scelta non c’è la voglia di piazzare il colpo a sorpresa dando meno tempo ai rivali per copiarli. Alla luce di questa considerazione, crescono di credibilità le parole di Schumacher che si appresta senza troppe illusioni a disputare la sua ultima stagione di Formula 1. Ultima a meno che non voglia accettare il corteggiamento della Mercedes che gli ha già presentato un’offerta di rinnovo.

    Mercedes non ancora pronta per vincere

    “Realisticamente parlando, non penso che riusciremo a presentare una macchina in grado di vincere da subito”, ha dichiarato Michael Schumacher presente a Jerez con la Mercedes W02 del 2011. “La nostra missione non è facile se si guarda a dove eravamo al termine dello scorso anno. Resto comunque ottimista. Possiamo crescere facendo un passo alla volta”. Il sette volte iridato ha commentato il lavoro svolto nella prima settimana di test:“Il nostro obiettivo era testare le nuove gomme ed iniziare a comprenderle. Direi che ci stiamo riuscendo”. Da due anni la Mercedes accusa problemi di eccessiva usura al posteriore. Le nuove mescole aiuteranno a risolverli. La bontà del progetto dovrà fare il resto.

    Schumacher: ritiro o prolungamento del contratto?

    Schumacher è al suo ultimo anno di Formula 1? Al termine del 2012 saranno passate tre stagioni dal suo ritorno e le primavere sulle spalle si avvicineranno alle 44. Che ne dite? Fare questa domanda ai vertici della Mercedes porta ad una sola risposta:“E’ un’icona dell’automobilismo sportivo ed il fatto che resti è una possibilità allettante”, ha dichiarato il presidente Dieter Zetche. La palla passa nelle mani del Kaiser che ammette di non avere le idee chiare ma non pensa affatto a porsi dei limiti:“Arriverà il momento per discutere del mio futuro. Adesso è presto”.