Schumacher esordio sui kart a Lecce; Ross Brawn lascia la Mercedes? [FOTO]

da , il

    Schumacher Tonykart

    Appuntamento a Lecce il prossimo week end, sul kartodromo La Conca di Muro Leccese. Per gli appassionati della WSK Euro Series, certo, ma anche per i curiosi e i nostalgici.

    Dopo il test a Lonato, Michael Schumacher si schiera i griglia con il team Tony Kart nella classe KZ1, nel primo round del campionato. Il tedesco conferma di non saper proprio star lontano dalle piste e non si può certo dire che parteciperà tanto per divertimento. In oltre 20 anni di carriera, chi ne ha seguito le gesta, sa che il concetto di “partecipare è più importante che vincere” non fa parte del suo vocabolario.

    Sarà un po’ come tornare indietro nel tempo scorrendo la starting list della gara leccese. Schumacher e Verstappen, nel 1994 compagni di squadra in Benetton, oggi avversari.

    Peccato trattasi sì di un Verstappen, ma non quel Jos andato in fiamme a Hockenheim, bensì il giovane promettente Max, figlio quindicenne dell’olandese.

    Accanto a Schumacher, il team Tony Kart schiererà Mirko Torsellini, Flavio Camponeschi, Rick Dreezen e Marco Ardigò.

    Un altro ex della massima Formula che guarda al mondo del kart è Jaime Alguersuari, impegnato nel ruolo di tester Pirelli, che non è propriamente la stessa cosa del gareggiare in bagarre. «La verità è che mi manca la competizione, così gareggerò con quello che più si avvicina a una monoposto. Non so se tornerò in F1, ma non voglio credere che la mia carriera sia finita a 22 anni», ha dichiarato al giornale spagnolo El Confidencial.

    DERAPATE AL KARTODROMO DI KERPEN!

    Lauda e Ross Brawn

    E’ il segreto di Pulcinella. Paddy Lowe ieri è stato dimissionato dal suo ruolo di direttore tecnico in McLaren, sostituito da Tim Goss e relegato a un’altra posizione fino al termine del 2013. Nessun accenno sul futuro, che sarà targato Mercedes.

    Prova a mantenere il segreto anche Niki Lauda, uomo centrale nel nuovo organigramma del team tedesco, incaricato di far da collegamento tra il board e la divisione F1. Interrogato da Sky Sports News sull’arrivo di Lowe il prossimo anno, l’austriaco ha detto: «Ancora non posso confermare nulla. Sono stato sorpreso dall’annuncio della McLaren, ma attualmente non posso fare alcun commento».

    Non può commentare per non destabilizzare l’ambiente, in particolare la posizione di Ross Brawn. L’inglese è l’indiziato principale a lasciare il posto al nuovo direttore tecnico, in quello che è un vero e proprio stravolgimento organizzativo e tecnico. «Conosco Lowe molto bene ed è un’ottima persona. Devo anche dirvi che conosco Ross [Brawn] molto bene, ci lavoro quotidianamente, è altamente motivato e non ci sono dubbi su tutto ciò», ha aggiunto Lauda.

    E’ fiducioso anche sulla nuova ripartizione dei ruoli, con Toto Wolff ultimo “acquisto” dalla Williams, facendo sempre attenzione a non scaricare anzitempo Brawn. «Ross Brawn è il Team principal, non ci sono dubbi su questo: è pienamente in carica ed è responsabile per la parte tecnica della monoposto. Toto Wolff si è unito a noi poche settimane fa e curerà l’aspetto commerciale del team. La Mercedes è l’azionista di riferimento, coloro i quali hanno fatto questi cambiamenti, io sono l’uomo del board, come un elicottero che sorveglia dall’alto: a volte c’è un po’ di nebbia, altre ci vedo molto bene».

    L’avventura sta per avere inizio, l’attesa è tutta per i frutti che riuscirà a portare questo sforzo messo in atto da Stoccarda.