Schumacher: il titolo può ancora essere mio

Michael Schumacher la stoffa del campione ce l'ha nel sangue

da , il

    Se la Ferrari, alla vigilia del gran premio della Cina, annuncia di voler stupire nel quarto appuntamento del Mondiale 2010 di F1, Michael Schumacher fa ancora di più. Il 7 volte campione del mondo, da quando è tornato a correre non ha rilasciato troppe dichiarazioni, ma anzi si è sempre mostrato molto tranquillo e rilassato, nonostante la sua performance fino ad ora non sia stata degna di un pluricampione del mondo, e nonostante non sia ancora riuscito a salire sul podio e continui a viaggiare dietro al compagno di squadra Nico Rosberg.

    MICHAEL SCHUMACHER. Ma se le prestazioni non sono più quelle di una volta, la stoffa del vincitore Schumacher ce l’ha cucita addosso e quando parla, lo fa da campione del mondo. A poche ore dal via a Shanghai, il pilota tedesco ha infatti annunciato come sia ancora possibile per lui combattere per il titolo iridato, sebbene la Mercedes GP per ora fatichi a eguagliare il passo di Red Bull, Ferrari e McLaren (gli altri grandi favoriti di questa stagione). Il team di Brackley ha intenzione di introdurre ulteriori aggiornamenti sulla nuova MGP W01 in vista della prossima gara, in programma a maggio sul circuito spagnolo di Barcellona, e Schumacher ritiene che l’accoppiata sviluppo-equipaggiamento pilota tedesco, gli permetterà di combattere per il suo ottavo titolo mondiale. Recentemente un altro ex iridato, Fernando Alonso, ha dichiarato come Schummy, nonostante la partenza un pò a rilento, rimanga un rivale assolutamente da non sottovalutare. “Sono pienamente d’accordo” ha commentato Schumacher in merito all’opinione del ferrarista. “Se guardiamo al sistema dei punti, vediamo che Fernando in Malesia è stato vittima di un guasto che potrebbe capitare a tutti. Per quanto mi riguarda, a Sepang anche io ho avuto la mia parte di sfortuna, e prima o poi toccherà anche agli altri piloti in lotta per il titolo. Quindi, se riusciamo a sviluppaci velocemente, non c’è alcun motivo per cui non potremmo anche noi combattere per il mondiale”.

    F1 2010. Schumacher confida inoltre sul fatto che la stagione sia appena cominciata, ed essendoci ancora 16 gran premi in programma, la Mercedes GP avrà così la possibilità di progredire nello sviluppo ad un tasso molto elevato, specialmente grazie al gran potenziale della nuova monoposto. Riflettendo poi sulle prime 3 gare in cui Schummy è stato ben al di sotto delle aspettative pre-stagionali, il pilota tedesco ha così dichiarato: “In termini di risultati, non siamo ancora al punto in cui molti si aspettavano, e questo discorso vale anche per me stesso. Ma il fatto è che la concorrenza è veramente alta. Non è facile avere un riscontro positivo da parte di tutti, ma per quanto mi riguarda, so cosa avrei dovuto fare e com’è andata, per questo non c’è ragione di essere deluso. Mi sento soddisfatto e molto contento. Se a qualcuno non sta bene sono affari suoi”.