Schumacher news, condizioni stabili. Il messaggio di Montezemolo

Dopo un lungo silenzio, dichiarazioni ufficiali sulle condizioni di Michael Schumacher: definite stabili dalla portavoce Sabine Kehm

da , il

    F1 GP FRANCIA

    Da Grenoble arrivano poche parole dopo un lungo silenzio. Ancora una volta è Sabine Kehm a rilasciare un aggiornamento sul quadro clinico di Michael Schumacher, ricoverato in uno stato di coma farmacologico. La portavoce del pilota tedesco definisce come stabili le condizioni di Schumacher, ribadendo ancora una volta di far affidamento sulle informazioni ufficiali, senza speculazioni di altro tipo.

    Se possibile si fa un passo avanti, in quella che è pur sempre un’interpretazione del comunicato. Condizioni definite stabili, senza che appaia anche il termine critiche, nelle parole della Kehm. Non resta che pazientare e attendere notizie migliori quando e se arriveranno.

    IL COMUNICATO – «Purtroppo devo ripetere che ogni informazione sulla salute di Michael non proveniente dai dottori che lo hanno in cura o dal suo management, deve ritenersi pura speculazione. Ribadisco anche che la famiglia di Michael è molto felice e fiduciosa del lavoro dell’equipe di medici che stanno assistendo Michael e si fidano completamente. La condizione di Michael è ancora considerata stabile».

    Le parole di Montezemolo

    Si parla di nuove monoposto, nomi da scegliere, scenari futuri che diverranno realtà quanto prima. La Formula 1 2014 segue la sua strada, ma i tifosi tengono un orecchio teso in direzione Grenoble, perché un pezzo di quella Formula 1 pronta a ripartire è ancora in un letto d’ospedale, con le cure dei medici che provano a restituire alla famiglia Michael Schumacher.

    Era il 29 dicembre, periodo in cui sulla neve a divertirsi non è qualcosa di azzardato o un pericolo che vai a cercarti: lo fanno in tanti, lo faceva anche Schumi. Il destino ha scelto una strada diversa da quella che ti porta tranquillo al Capodanno.

    L’affetto dei fans è stato tangibile per tutti i giorni successivi alla notizia, con tanto di pellegrinaggio fuori dall’ospedale, sperando potesse servire a supporto di una terapia medica che poco ha da trarre dalla “fede” e può fare affidamento solo sull’esperienza e le tecniche all’avanguardia.

    In casa Ferrari non dimenticano Michael, anzi, e il presidente Montezemolo lascia il suo personale messaggio sul sito del Cavallino, inaugurando lo spazio che è destinato ai tifosi. «Michael, ti sono sempre vicino, con tanto affetto! Tutta la Ferrari ti sta seguendo con me dai box di questa gara importantissima che sono certo vincerai come i tanti Gran Premi che hai vinto con noi!».

    Non resta che unirci al presidente Montezemolo e lanciare il nostro messaggio di auguri e supporto a Michael, prendendo questo lungo lasso di tempo nel quale il Kaiser si trova in coma, come una sosta ai box, un pit-stop con rifornimento perché è l’unica strategia possibile, quella che gli farà vincere la gara.

    E voi, quale messaggio vorreste inviare a Michael?

    [sondaggio id="411"]