Se non si decide, Alonso resta a piedi?

F1

da , il

    Se non si decide, Alonso resta a piedi?

    Fernando Alonso non si decide a firmare con la Renault perché vuole un contratto annuale contro il triennale che Briatore gli propone. Gli altri team che lo cercano si sono ormai arresi. Finirà mica alla Force India pure lui?

    Le certezze sono poche ma fondamentali. A meno che Alonso non ceda, Briatore non ha nessuna intenzione di prenderselo un solo anno. Che senso avrebbe il tenerlo allenato per una stagione e poi “regalarlo” ad un team rivale?

    Su queste cose il manager piemontese sembra uno che non fa sconti. Per quanto ci tenga a riavere in squadra la sua gallina dalle uova d’oro, ha una reputazione da difendere che, giustamente, viene prima di qualsiasi altro ragionamento.

    Se la pista francese tende a raffreddarsi, viene normale immaginarsi che altrove, vedi Red Bull, si siano fatti passi avanti. Ma anche dalle parti del beverone la carta preferita è picche.

    A mettere l’ultima parola, per adesso, sulla vicenda è stato il patron Dietrich Mateschitz il quale ha ammesso di avere interesse per Alonso ma solo se l’asturiano sarà disposto ad accettare un contratto biennale e, comunque, a partire dal 2009:“Noi vogliamo essere un alternativa per Alonso ma nel momento in cui avremo la capacità per attirare un pilota del suo calibro. Capisco che lui vogli avere la massima flessibilità contrattuale per poter scegliere sempre al meglio la sua squadra, ma se viene da noi deve credere nel progetto e contribuire a portarlo avanti. La nostra proposta è sempre di un contratto biennale con opzione per il terzo” ha dichiarato al magazine Motorsport Aktuell, ripetendo sostanzialmente il pensiero di Briatore.

    Cerando, quindi, alternative all’orizzonte, salta di nuovo fuori il capitolo Ferrari. Peccato, però, che di concreto non sembra esserci nulla. Per avere delle conferme, come fa notare il connazionale di Alonso, Marc Gené, basta guardare alle scadenze dei contratti di Raikkonen e Massa i quali occuperanno i due sedili della Rossa rispettivamente fino al 2009 e 2010, come minimo.

    Allora, che fine farà Alonso? Sarà costretto ad accettare la proposta di Briatore? Il tempo passa e lui ha bisogno di prendere al più presto confidenza con le nuove configurazioni delle vetture. Il prossimo incontro tra lo spagnolo e la Renault è fissato nella prima settimana di dicembre.