Sepang Day #2: “Parola di Rossi”

Sepang Day #2: "Parola di Rossi"

da , il

    rossi burgess

    C’è ancora qualcosa da migliorare sulla M1 800cc, sostiene il sette volte campione del Mondo Valentino Rossi, che vorrebbe più cavalli nonostante la cilindrata ridotta. Solo qualcosa, però.

    Queste 800cc Yamaha vanno bene e vanno forte. Colin Edwards, compagno di squadra del genietto di Tavullia è più che soddisfatto: con la nuova M1 sembra che abbia un feeling particolare, lo stesso che ieri ha portato l’americano a tenere a bada anche il pilota italiano.

    Bene così. Ecco le loro parole a caldo alla fine della seconda sessione di test sul circuito di Sepang.

    Valentino Rossi: “Oggi abbiamo provato alcuni nuovi pneumatici Michelin, sia per l’anteriore che per il posteriore. Non abbiamo avuto nessun miglioramento particolare per quanto riguarda l’anteriore rispetto agli ultimi test, ma per quanto riguarda invece il posteriore abbiamo provato alcune soluzioni interessanti per migliorare il grip della spalla. Sono molto contento perchè penso che stiamo lavorando nella direzione giusta e in questo ambito abbiamo sicuramente fatto dei passi in avanti. Abbiamo inoltre proseguito il lavoro sulla stabilità in frenata, cambiando la messa a punto così da migliorare ulteriormente sotto questo aspetto. Oggi abbiamo anche lavorato alla mappatura del motore, dal momento che il consumo di carburante sarà in questa stagione un elemento molto importante. Sto imparando a conoscere sempre meglio la nuova moto e ho veramente un buon feeling con lei. Domani faremo una prova sulla distanza, così da poter confrontare i dati con quelli degli ultimi test; sarà interessante vedere come tutte le migliorie fatte in questa settimana facciano differenza sulla moto sulla distanza di una gara”.

    Colin Edwards: “Oggi è stato un giorno abbastanza caldo e io sono dovuto uscire in pista nella parte più calda della giornata per provare le gomme, per questo si è trattato di un lavoro piuttosto duro! Comunque sia abbiamo lavorato a molte cose oggi e tutto va sempre meglio. Abbiamo provato un paio di cose nuove per Yamaha e quindi fatto molto lavoro sulle gomme per Michelin. Se guardiamo agli ultimi test, solo un paio di settimane fa, le cose si sono sviluppate incredidbilmente! Abbiamo fatto dei passi da gigante in soli cinque giorni di prove dall’inizio dell’anno, un buon segnale per il futuro. L’ultima volta qui giravo senza problemi sui 2’03, ma questa volta sono sui 2’02 giro dopo giro, e sono tempi che ottengo con facilità, non devo nemmeno spingere troppo. Domani dobbiamo fare una prova sulla distanza, e mettere a posto ancora un paio di questioni pendenti, ma siamo in buona forma!“.