Sepang MotoGp 07: un siderale Stoner punta al record di vittorie!

Sepang MotoGp 07: dopo la decima vittoria, un siderale Stoner punta al record!

da , il

    un siderale Stoner punta al record di vittorie!

    L’episodio Malese di questa splendida Saga MotoGp 07, andato in scena qui a Sepang, ha di nuovo visto un inesorabile Stoner dominare la corsa dal primo metro fino all’ultimo, e letteralmente massacrare ed annichilire ancora una volta l’ormai rassegnata concorrenza con la schiacciante e perentoria DECIMA vittoria stagionale di questo trionfale Campionato, che lo fa puntare direttamente a tentare, con ancora la prova di Valencia a disposizione, di eguagliare il Record di successi in una stagione in MotoGp, detenuto da Rossi con 11 centri.

    Dopo la conquista di TUTTI E TRE i Titoli Mondiali a disposizione, quello Piloti, Marche e di Team, acciuffare in extremis anche questo prestigioso Record sarebbe davvero la ciliegina sulla torta, il degno coronamento per il fantastico, trionfale anno del giovane Asso Australiano e della Ducati.

    Ragazzi, qua siamo davvero al Massacro di Fort Apache.

    Ormai il ragazzino terribile ci sta prendendo veramente gusto, non solo a vincere – o meglio, a stravincere – puntualmente sbaragliando il campo con un geniale sfoggio di inarrivabili Maestria e Classe Pura che ha quasi del miracoloso, ma anche a dileggiare gli ormai scoraggiati e rassegnati avversari.

    Infatti, oggi il Fenomeno Australiano si è divertito a giocare con i suoi malcapitati antagonisti come il classico gatto col topo, illudendoli a circa tre quarti di corsa – comunque letteralmente dominata e condotta sempre in testa dalla prima curva fino al traguardo – con un lievissimo rallentamento, ovviamente voluto dallo stesso Casey per non stressare troppo le gomme……….per poi rimettere prontamente il turbo non appena un tenacissimo Melandri, finalmente efficace e qui alla sua miglior gara della stagione, ha avuto l’ardire di guadagnare qualche misero metro al missile rosso numero 27, lasciandolo con un palmo di naso in una nuvola di polvere ed involandosi poi solitario al traguardo, secondo uno stereotipato copione che tantissime volte abbiamo già visto quest’anno! Questa volta il Ragazzino terribile ha vinto per meno di due secondi, ma avrebbero potuto essere comodamente il triplo, se avesse tirato tutti i giri……..

    La vittoria odierna di Casey ha tanto più valore se consideriamo come l’assetto della Gp7 del Fenomeno di Curri-Curri non fosse certo molto indovinato in questa occasione, anzi piuttosto ballerino ed impreciso, molto più del solito in ogni caso! La straordinaria, impareggiabile e consueta perizia di Stoner, sempre del resto sfoggiata puntualmente quest’anno, nel domare ed assecondare il suo vermiglio drago scalpitante comunque anche oggi è stata l’arma vincente per la conquista della DECIMA Vittoria stagionale.

    La grande gara di Melandri, assieme a quella egualmente positiva di Elias, buon sesto al traguardo, riporta l’attenzione anche per i risultati in gara sul Team Gresini, negli ultimi giorni alla ribalta più per le dichiarazioni di Fausto che vorrebbe riportare Biaggi in MotoGp nella propria squadra, ricevendo puntualmente in risposta il veto criminale, velato ed in perfetto stile mafioso della Honda. Per quanto tempo ancora si dovranno sopportare le malefatte di quella autentica associazione a delinquere chiamata HRC?

    Per quanto ancora i suoi maneggi patetici ed assurdi, i suoi cervellotici e velleitari imbrogli suicidi, autolesionistici ed assolutamente antisportivi dovranno avvelenare ed inquinare il Mondiale Velocità? QUANDO finalmente finirà lo sconcertante teatro dell’assurdo, cui sbalorditi ed attoniti abbiamo assistito per anni ed anni, voluto e messo in scena dai folli vertici Honda?

    A proposito di HRC, terzo è giunto Pedrosa, ancora incapace a fare di meglio nonostante avesse la moto con la migliore accelerazione vista qui a Sepang. Il team mate Hayden, uscito di pista a metà gara quando lottava per il sesto posto, e poi rientrato per finire nono, per l’ennesima volta è stato bersagliato della malasorte che lo ha costantemente perseguitato per tutta questa sua disgraziatissima stagione, che immagino Kentucky Kid non veda l’ora di vedere finalmente conclusa……..

    Dietro al triste ometto iberico si è piazzato DePuniet, autore ancora una volta di una grande gara, veloce ed accorta, contro cui nulla ha potuto un ancora inefficace Rossi, ormai condannato a combattere solo per le posizioni di rincalzo. Decisamente, la Kawasaki è la moto rivelazione di questo fine Campionato, e se West non avesse praticamente buttato via la corsa ancor prima di partire, causa l’errato posizionamento in griglia di partenza che gli è costato un drive thru, probabilmente avremmo visto un’accoppiata di verdone nei pressi del Podio! Ripeto ancora, COSA potrebbe fare un Campione come Biaggi su questa velocissima Ninja? Secondo me, potrebbe benissimo lottare ad armi (quasi) pari per la vittoria……….Dirigenti di Akashi, svegliarsi prego!

    Per contro, la moto rivelazione della prima parte del Mondiale, ovverosia la Suzuki, sta disputando un finale di stagione in tono decisamente minore. Anche stavolta, come gia in Australia, le due GSV R azzurre sono arrivate insieme al settimo ed ottavo posto, stavolta con Vermeulen davanti ad Hopkins, ormai alla penultima gara in sella alla moto che il prossimo anno sarà di Capirossi. Il collaudatore Nobuatsu Aoki, vecchia conoscenza che ho rivisto gareggiare con grande piacere, in corsa col prototipo Suzuki del 2008 ha condotto una gara regolare, finendo tredicesimo.

    A proposito di Loris: arrivato appena in undicesima posizione, oggi non certo ha ripetuto l’exploit australiano, anche a causa di una scelta di gomme controcorrente rispetto agli altri piloti Bridgestone, e rivelatasi errata. Il risultato odierno di Capirossi, su una delle sue piste preferite e con una moto che dovrebbe sempre garantirgli di lottare almeno per il podio, non può che essere considerato disastroso. Dopo il ritrovato feeling con la GP7 dimostrato a Phillip Island, qui ad essere sincero mi aspettavo meraviglie da Capirex, che invece ha terribilmente faticato per tutto il week end malese, e che spero possa chiudere assai più degnamente la sua formidabile avventura umana e professionale con la Casa di Borgo Panigale in occasione dell’ultima prova del Mondiale.

    Infatti, quella che ci aspetta a Valencia, tra meno di due settimane, è la puntata finale di questa incredibile Saga MotoGp 2007, certo molto meno attesa ed adrenalinica di quella decisiva dello scorso anno, che vide la resa dei conti tra Hayden e Rossi per la conquista del Titolo.

    In ogni caso, il principale motivo di interesse di questo conclusivo appuntamento iridato risiede appunto nella possibilità, per Stoner, di coronare superbamente questo Campionato già assolutamente perfetto, che ha visto la conquista da parte sua e del suo Team di TUTTI E TRE I TITOLI MONDIALI in palio, eguagliando il record assoluto di vittorie in una stagione nella Storia della MotoGp. Come al solito, state pur certi che un certo terribile ragazzino australiano in sella ad uno scalpitante mostro italico, vermiglio e stupendo saprà stupirci per l’ennesima ed l’utima volta quest’anno, e, come sempre, semplicemente nel migliore dei modi possibili.

    Arrivederci dunque a Valencia per l’ultimo, finale episodio questo incredibile sceneggiato MotoGp 2007!

    DONOVAN