Sete Gibernau: fine dell’avventura in Motogp

Anche il team di Francisco Hernando, capitanato dai fratelli Nieto, ha deciso di abbandonare il mondiale di Motogp, perche' la crisi economica e' davvero molto pesante

da , il

    La crisi fa un’altra vittima. Il team Grupo Francisco Hernando, che gareggiava nella Motogp con una Ducati guidata da Sete Gibernau ha annunciato con un comunicato la decisione di abbandonare il campionato.

    Il team era gestito dai fratelli Nieto: Pablo e Gelete hanno deciso di rinunciare a partecipare al resto del mondiale a causa della crisi economica sempre piu’ pressante che ha spinto i vertici a concentrarsi sui settori strategici dell’azienda, che si occupa di costruzioni, abbandonando le spese esterne.

    La notizia e’ stata un fulmine a ciel sereno, lo stesso Gibernau e’ rimasto sorpreso dalla decisione della dirigenza del suo team: “il primo ad essere sorpreso di questa decisione sono io” – ha dichiarato il pilota spagnolo, ed ha aggiunto – “tutti i componenti del team hanno lottato per portare avanti questo progetto. A livello personale è stata una scommessa coraggiosa, che Gran Premio dopo Gran Premio è diventata sempre più realtà. È un vero peccato dover lasciare ora, quando gli obiettivi si avvicinavano. Voglio ringraziare il team, gli sponsor personali, i tifosi e tutta la stampa: grazie a loro sono tornato ad essere felice correndo in MotoGP dopo due anni di assenza”.

    La crisi c’e’ e si vede, e’ inutile negare l’evidenza. E quando tira quest’aria e’ difficile dare torto a chi rinuncia a spendere dei soldi in settori non fondamentali per la propria azienda: ma almeno i vertici del team potevano aspettare la fine della stagione. Stagione che ora presentera’ un numero sempre piu’ esiguo di partecipanti, con una griglia di partenza quasi ridicola. Il Grupo Francisco Hernando ha lasciato, la Kawasaki abbandonera’ a fine stagione… la Dorna deve trovare il modo di fermare l’emorragia di team e piloti altrimenti il prossimo anno il mondiale rischia di diventare desolante.