Silverstone: che gara sarà?

Chi vincerà domani? Sono tre i caschi da tenere d’occhio, lì davanti

da , il

    Silverstone

    Chi vincerà domani? Sono tre i caschi da tenere d’occhio, lì davanti. Attenzione alla partenza – tutt’altro che decisiva – e poi vediamo chi ne ha di più. Ci aspettiamo una corsa equilibrata, con le strategie ad influire sì, ma non in modo decisivo.

    Alonso. Sembra che la pole sia stata molto merito suo. Non c’entra una macchina troppo leggera rispetto alla concorrenza. Per cui: partenza a razzo e poi occhio agli specchietti!

    Raikkonen. Guarda chi c’è! Da Monaco la sua McLaren ha ritrovato competitività. Forse è il più leggero ma poche storie: domenica potrebbe essere la sua giornata.

    Schumacher. Voleva la pole, si sarebbe accontentato di una prima fila e, invece, si ritrova terzo.

    Sa che dietro ha Massa a fargli da scudo, per cui non teme nessuna incursione dalle retrovie. Sa che se ne ha di più tra un pit-stop e l’altro riuscirà a ritrovarsi davanti. Il problema nasce dalle prestazioni degli altri. Per la serie, come in Spagna:«Non me l’aspettavo!».

    Massa. Rieccolo! Fino ad ora non ha commesso errori. Questo vuol dire che farà una di quelle gare che prevedono: partenza in copertura su Schumi, passo veloce ma non troppo. Conclusione a 20″ da Michael. Possibilmente senza nessuno in mezzo tra di loro, probabilmente ai piedi del podio.

    Fisichella. Attenti a lui. Il fatto che sia quinto non vuol dire molto. Una buona partenza gli darebbe ancora la possibilità di fare qualche discorsetto importante durante i 60 giri. Il podio, comunque, resta l’obiettivo minimo.

    Barrichello. Pensaci tu. Con Button perso, ha un’altra occasione per dimostrare quanto vale. Se ci dovesse essere un acquazzone improvviso o un autostoppista sul circuito, vincerà addirittura. Altrimenti qualche punto. Che, si sa, è sempre importante muovere la classifica…