Simoncelli, Papà Paolo: “La gente gli voleva bene, arrivano tante lettere”

Il padre dell'indimenticato Simoncelli si confida con i giornalisti affermando che arrivano tante lettere dei fans in onore del filgio

da , il

    Morte Simoncelli, le reazioni della famiglia e del suo team

    Il padre del compianto ed indimenticato Marco Simoncelli, Paolo cerca di tenere vivo il ricordo del figlio, tragicamente scomparso a causa di un terribile incidente di gara sul circuito internazionale di Sepang. A testimonianza del fatto che il sorriso del Sic è stampato in tutti noi, papà Paolo afferma: “Tutta questa dimostrazione d’affetto è stata una cosa che non riesco ancora a spiegarmi, è spaventosamente bella. Migliaia e migliaia di lettere e la cosa che mi ha stupito è il comune denominatore di queste, il sorriso”.

    Dopo il tragico incidente che ha spazzato via la vita di Simoncelli, tra le curve di Sepang, il ricordo del giovane 24enne di Coriano è ancora vivo nella mente degli appassionati MotoGP e non solo.

    A questo proposito la città di origine del campione della Honda di Gresini, intitolerà il palasport cittadino alla memoria di Super Sic. Il padre, Paolo, a più di un mese dalla scomparsa del figlio si confida ai microfoni dei giornalisti, sottolineando l’affetto della gente nel ricordare il sorriso di Marco: “Mi ha entusiasmato l’dea di Carlo Pernat, sulla fondazionee ormai siamo agli sgoccioli, aspettiamo solo che il notaio ci chiami per poi avere i permessi ed andare avanti con entusiasmo; perchè in certi momenti viene voglia di mettersi a sedere e non fare più niente! Non so cosa abbia scatenato questo ragazzino, ma la gente gli voleva veramente bene…bellissimo”.