Sorpasso Vettel bandiere gialle: la Ferrari chiude la questione

da , il

    vettel sorpasso bandiera gialla (3)

    «La Ferrari ha chiesto, tramite una lettera, un chiarimento alla FIA in merito al sorpasso di Vettel su Vergne nel corso del giro 4 del GP Brasile». Poche parole, sintetiche, ufficiali, attraverso Twitter, danno la speranza al tifo rosso che qualcosa ancora possa accadere, una coda del mondiale concluso a Interlagos. Più che altro si apre il Mondiale delle Cospirazioni, buono per conversazioni da salotto e poco più.

    I termini della questione li abbiamo già illustrati, con un video che accuserebbe Sebastian Vettel di aver superato Vergne in presenza di pannelli luminosi gialli accesi.

    L’interrogazione della Ferrari alla Federazione giunge al penultimo giorno utile per appellarsi e poter rivedere quello che è stato l’esito in pista del Gran Premio del Brasile 2012.

    In verità la vicenda regolamentare ruoterà tutta su un elemento: alla luce dei filmati pubblicati su YouTube, dovrà stabilirsi se il commissario della postazione 5 sventoli la bandiera verde in presenza dei lampeggianti gialli in uscita dalla curva 3 al giro 4. Accertato questo dettaglio, tutto verrebbe risolto in favore del pilota Red Bull.

    Le immagini sono per nulla chiare e il fatto che sul display della Red Bull di Vettel sia accesa la luce gialla non è elemento sufficiente per penalizzare il tedesco con 20 secondi da aggiungere al tempo finale, farlo arretrare di posizione e incoronare Fernando Alonso campione del mondo. Infatti, qualora si accerti la bandiera verde del commissario, anche in presenza delle luci gialle a bordo pista, la manovra del tedesco sarebbe legittimata.

    twitter ferrari

    Charlie Whiting: sorpasso legale

    Dall’analisi condotta da Auto motor und sport insieme a Charlie Whiting in merito all’accaduto, queste sono le parole del delegato della Federazione. «Nel caso di Vettel, tra l’ultima luce gialla e la luce verde c’era una bandiera verde sventolata. La distanza è di 350 metri e Vettel ha osservato la bandiera, effettuando tutto correttamente».

    Ecclestone: Non accadrà nulla, la Ferrari sbaglia

    A conclusione dell’intera vicenda, arriva anche la voce del capo, Bernie Ecclestone. All’inglese Daily Telegraph ha commentato così la chiusura del mondiale e le polemiche di questi giorni: «E’ un peccato perché tutto è andato così bene. La gara e il campionato sono stati super, adesso tutti parlano di questa [vicenda]. Il problema è che nessuno sa cosa sta accadendo».«Normalmente, in presenza di norme e regolamenti, tu devi protestare e loro hanno perso l’opportunità [in termini di tempo]. Poi c’è la prova che una bandiera verde è stata esposta, sulla quale nessuno sembra voler discutere. E’ tutto uno scherzo. Quel che [la Ferrari] dice nella lettera è sbagliato, non credo ci sia la necessità di intraprendere alcun provvedimento».Infine, Bernie rincara la dose sul team di Maranello: «Personalmente credo che non sia nello [stile] Ferrari fare queste cose. Credo vogliano vincere in malo modo, ma se torniamo indietro negli anni per vedere quel che hanno fatto… senza che nulla accadesse. Cosa possono fare? Intraprendere un’azione civile? Forse. Ma il caso non regge, non accadrà nulla».

    La Ferrari prende atto delle spiegazioni della Fia

    Sul sito ufficiale della Ferrari, pochi minuti fa è apparso un comunicato che chiude definitivamente la vicenda del presunto sorpasso con luci gialle da parte di Sebastian Vettel.

    «La richiesta di chiarimento rivolta alla Fia in merito al sorpasso di Vettel su Vergne è stata dettata dall’esigenza di fare luce su circostanze emerse su Internet soltanto nei giorni successivi alla conclusione della gara e non dalla volontà di minare la legittimità del risultato sportivo. Decine di migliaia sono state le richieste ricevute in tal senso provenienti da tutto il mondo ed è stato doveroso da parte nostra approfondire, chiedendo un parere alla Federazione, un episodio che avrebbe potuto lasciare un’ombra agli occhi di tutti gli appassionati di Formula 1, non soltanto dei tifosi della Ferrari. Questa mattina la Fia ha inviato la risposta con la sua opinione in merito all’episodio: la Ferrari ne prende atto e, conseguentemente, considera conclusa la questione.»

    PADDOCK GIRLS GP BRASILE F1 2012