Spagna SBK 07: Quarto Round

Il quarto appuntamento di questa incredibile saga SBK, disputato qui a Valencia, mezzo bagnato e mezzo asciutto, è stato il più atipico Gp visto fin’ora, con due frazioni completamente diverse tra loro, che meritano un commento separato

da , il

    Max Biaggi SBK 2007 Spagnsa

    Il quarto appuntamento di questa incredibile saga SBK, disputato qui a Valencia, mezzo bagnato e mezzo asciutto, è stato il più atipico Gp visto fin’ora, con due frazioni completamente diverse tra loro, che meritano un commento separato.

    Gara 1, affrontata dai piloti con gomme da asciutto su una pista ancora bagnata, è stata una corsa pressochè pazzesca, di gran lunga la più strana vista fin’ora, basti dire che ha visto il successo dell’outsider casalingo Xaus, che non vinceva in SBK dal 2003! Grandissima gara la sua, che riscatta nel migliore dei modi quattro lunghi anni di oblio.

    Non solo, scorrendo la classifica si può vedere come quasi tutti i valori in campo siano stati completamente rivoluzionati.

    Infatti, per la prima volta James Toseland, ovvero il pilota forse più in forma del Campionato, non è arrivato sul podio – almeno tra le gare che ha portato a termine – giungendo solo quinto, afflitto anche da una gomma posteriore che girava sul cerchio.

    A Biaggi è andata pure peggio: a fine corsa infatti Max ha dichiarato che proprio non aveva alcuna fiducia e confidenza nelle Pirelli da lui scelte, in queste infide condizioni di bagnato/asciutto, non potendo assolutamente tirare come avrebbe voluto, e dovendosi quindi accontentare di un invero miserando (per lui) ottavo posto finale, decisamente il suo peggior risultato quest’anno.

    Grande gara invece per Bayliss, che nonostante tutte le avversità fin qui patite è riuscito ad acciuffare un podio che solo qualche giorno fa sembrava assolutamente impossibile da ottenere. Eroico, certo, ma rinnovo tutte le mie riserve e le mie critiche per questo assurdo, prematuro e forzato ritorno alle corse del Campione australiano: NON si baratta un dito per poter disputare un Gp o due in più! Sono sicuro che anche Troy stesso col tempo avrà amaramente a pentirsi per questa sua decisione frettolosa, irragionevole e stupida.

    La coppia Yamaha invece è stata l’unica a mantenere il suo solito standard in questa incredibile frazione, con uno scatenato Haga secondo al traguardo, e Corser quarto.

    Bella corsa per un Lanzi in crescita, giunto sesto, e bravo pure Fabrizio, settimo, che per una volta può dire di aver preceduto al traguardo il suo idolo Biaggi…….

    Gara 2 ha invece visto la grandissima rivincita di Max, autore della sua più bella gara del Campionato, se si esclude l’esordio trionfale di Gara 1 del Qatar! La sua progressiva, velocissima e travolgente cavalcata dalla dodicesima posizione alla seconda è stata un’impresa semplicemente fantastica da ammirare, uno spettacolo sublime per ogni vero appassionato di motociclismo. Splendido anche il suo sorpasso su Haga, passato di forza – e di Classe, vendicando la beffa di Donington! – all’ultimo giro, con una manovra magistrale e pulita. Se la corsa fosse durata appena un giro in più, l’incontenibile Campione romano avrebbe di certo battuto pure Toseland!

    Secondo l’autorevole sito americano SuperbikePlanet, che pure non lo ha mai amato (è infatti legato alla Yamaha, e tifa Valentino) il velocissimo Max di questi giorni è “innegabilmente uno dei tre migliori piloti al Mondo” – intendendo ovviamente di ogni Campionato, cioè in assoluto - e ciò suoni di monito e di lezione a chi aveva dato troppo frettolosamente per finito il Corsaro (che incidentalmente negli USA chiamano invece The Emperor) dopo il forzato stop del 2006!

    Max è in effetti in grande forma, ed anche senza un valido appoggio da parte di Kagayama sta correndo risoluto verso il fatidico Titolo Mondiale che lo consacrerebbe come il Più Completo Pilota di Tutti i Tempi (e dunque, secondo me, il Migliore in assoluto della Storia): fin qui, il suo ruolino di marcia è veramente notevole, con sei podi su otto gare, esattamente lo stesso record di Toseland: non male per un completo novellino della Superbike!

    Biaggi resta sempre saldamente secondo in classifica generale, a 13 punti da James, e con 14 lunghezze di vantaggio su Haga. Sprofonda invece Bayliss, solo sesto in Gara 2, ormai a – 61 dalla vetta.

    E’ presto però per dare per spacciato Troy ai fini della corsa al Titolo: questo tipo è troppo tosto ed ha una Classe immensa, per me i Cavalieri dell’Apocalisse sono sempre Tre quest’anno!

    Lanzi, con il brillante quinto posto in Gara 2 ha ormai raggiunto in classifica il suo più illustre team mate, solo tre punti li dividono! Dal Romagnolo mi aspetto cose ancora migliori in futuro: staremo a vedere.

    Appuntamento ad Assen, all’ex Università del Motociclismo (il glorioso tracciato del Dutch TT ha ormai perso questo lusinghero titolo, dopo gli ultimi aggiornamenti che lo hanno snaturato) per una nuova carica di fantastiche, adrenaliniche emozioni targate SBK!

    DONOVAN