Speciale Campionato Italiano Velocità: al Box con Fabio Massei

da , il

    IMG_1810

    Perchè Derapate.it amici miei non è solo un entità commerciale, è passione per lo sport che amiamo e viviamo sulla pelle. Cosi quest’oggi mi sono preso un giorno di “ferie” e sono andato all‘Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, per assistere al Campionato Italiano Velocità, anche detto CIV, per andare a vedere questi ragazzi che corrono per un tozzo di pane e danno il 120% anche con mezzi non necessariamente di livello. Non è il caso del pilota che ci ha ospitato quest’oggi, che si non ha un mezzo allo stesso livello dei suoi compagni di marca ma per compensare ci mette il 200%, Fabio Massei!

    Il tempo non è stato clemente, la bandiera rossa ha concluso la gara della SBK di oggi. Il format del Civ prevede di avere doppie gare per tutti i round e per tutte le classi, una al sabato e una alla domenica, quindi tutti hanno la possibilità di rifarsi. Nonostante tutto sono stato accolto da amici che mi hanno messo subito a mio agio e mi hanno dato la possibilità di seguire quello che sul piano motociclistico nazionale è l’evento più importante da una posizione privilegiata, ossia dal box del team BMW Asia Competition. Il team, nato da poco e ancora in fase di “collaudo”, come piloti nella nuova SBK ha sia il nostro Fabio, sia Matteo Di Donato, entrambe in questa classe che sembrerebbe essere il futuro anche del Mondiale delle Derivate di Serie.

    Ma cos’è il CIV, e cos’è ‘sta nuova SBK? Sfortunatamente l’Italia è l’unico paese che tende ad ignorare il proprio campionato di casa, mentre BSB (inghilterra), AMA (America) e IDM (Germania) sono ampiamente supportati e sponsorizzati. Ma il CIV ha grandi numeri, e da qui sono usciti fior fior di piloti, e tanto per darvi un idea al momento ci corrono Eddi La Marra, vincitore del Round di Assen della Stock 1000, Leandro Mercado, a podio ad Aragon, Manuel Poggiali, Campione del Mondo 250… Insomma, non stiamo parlando di fermoni. Quindi un campionato simile al Mondiale ma diverso, infatti la classe SBK come quella del Mondiale è stata abolita l’anno scorso, per carenza di partenti (un pò come succede adesso a livello internazionale) a causa dei costi troppo elevati. Cosi la classe Stock è stata equipaggiata da pneumatici slick e poco altro, e il risultato è 46 piloti in griglia, costi ridotti, bagarre a gogo e tutto ciò che comporta, ossia grande spettacolo.

    Cosi, per andare a vedere cosa succedeva ci siamo recati a Vallelunga, dove Massei ci ha gentilmente concesso due parole alla fine della gara, settimo all’arrivo (e settimo anche alla partenza) dopo una bella fumata di olio a circa tre giri dalla fine. Ve la proponiamo ora

    D.Allora, partito settimo e arrivato settimo, ma c’è stato un problema tecnico. Cosa è successo?

    R.Ho avuto un problema, abbiamo perso olio. Adesso i ragazzi stanno analizzando la telemetria e smontando la moto per vedere cosa è successo e vediamo di risolvere per domani. Per Gara 2 speriamo sia bel tempo.

    D.Le previsioni sembrano dare tempo migliore per domani. Cosa ne pensi?

    R.Speriamo di si, anche perchè stiamo migliorando sempre turno dopo turno, quindi se è asciutto è meglio.

    D.La nuova classe che è stata creata al posto della vecchia SBK conta un gran numero di partenti. E’ un problema tutta questa “folla”?

    R.E’ peggio per chi parte dietro, per quelli che partono davanti è la stessa cosa. Nelle qualifiche si può trovare un pò di traffico ma ancora non c’è stato nessun problema al riguardo.

    D.Sei la prima delle BMW non ufficiali sullo schieramento, come ci si sente?

    R.Si, è una bella sensazione. Adesso dobbiamo migliorare per arrivare al livello delle ufficiali, non ci manca molto, in qualifica eravamo abbastanza vicini a Magnoni, che ha la nuova HP4 ufficiale che a noi ancora non è arrivata.

    D.E’ da questo che dipende la differenza, anche i 10 km/h di velocità di punta?

    R.Si, è soprattutto un problema di elettronica, la nuova è migliore. Però non siamo lontani, dobbiamo migliorare solo il passo gara e affiatarci come team, essendo tutto nuovo sia per me che per i ragazzi. Ma ci stiamo arrivando.

    D.Previsioni per domani?

    R.Ottimistiche, dobbiamo migliorare nel set up ma stiamo lavorando sodo.