Spionaggio Ferrari, anche la Honda è coinvolta

Secondo Auto motor und sport, Stepney e Coughlan erano entrambi in procinto di trasferirsi alla Honda e avrebberp proposto i documenti rubati alla Ferrari

da , il

    Spionaggio Ferrari, anche la Honda è coinvolta

    In una posizione molto differente dalla McLaren, pare che anche la Honda sia dentro alla vicenda dei documenti rubati alla Ferrari. Dopo Nigel Stepney e Mike Coughlan, infatti, si fa insistentemente il nome del team giapponese e si comincia a mettere insieme i pezzi del mosaico.

    Secondo Auto motor und sport, Stepney e Coughlan erano entrambi in procinto di trasferirsi alla Honda e per questo avrebbe proposto al team nipponico i documenti dei quali erano entrati in possesso.

    Sempre secondo il giornale tedesco, però, il team di Brackley avrebbe rifiutato l’offerta e a tal proposito è atteso a breve un intervento di Nick Fry per chiarire anche dal suo punto di vista come è andata esattamente la vicenda.

    Sul fronte McLaren, invece, c’è il nome di un altro personaggio al corrente della vicenda. Si tratta del managing director Jonathan Neale che non avrebbe avuto un ruolo attivo, ma anzi avrebbe cercato di dissaudere Coughlan dai suoi intenti fraudolenti. Resta il fatto che si tratta di un altra persona informata dei (gravissimi) fatti.

    Come si dice in questi casi, però, lasciamo fare i processi ai giudici. In questo senso Stepney, tornato dalle Filippine, è già stato ascoltato dagli agenti che si occupano del caso e la sua abitazione è stata nuovamente perquisita.