Spy-Story: Flavio Briatore alleato con la Ferrari. Todt non accoglie la “pace” di Dennis

Spy-Story: Flavio Briatore alleato con la Ferrari. Todt non accoglie la “pace” di Dennis

Spy-Story: Flavio Briatore alleato con la Ferrari pur di avere giustizia

da in Ferrari F1, Flavio Briatore, McLaren F1, Renault F1, Ron Dennis
Ultimo aggiornamento:

    Spy-Story: Flavio Briatore alleato con la Ferrari pur di avere giustizia

    Ce le siamo dimenticate le frecciatine tra Flavio Briatore e Ron Dennis? Allora è il momento di rispolverare il capitolo. Approfittando della spy-story, il manager della Renault si butta di nuovo in polemica con la McLaren e si dichiara parte lesa.

    “Ovviamente andro’ al processo d’appello. A mio avviso siamo parte lesa. Questa storia coinvolge tutti. Voglio sapere esattamente cosa accadra’, fa parte del nostro lavoro. Se guardate i giornali degli ultimi due mesi non si parla di chi vincera’ o perdera’ la gara. La spy story predomina su tutto. Credo che la vicenda stia danneggiando tutti, incluso me…Cose come queste non sono positive per gli sponsor o per chiunque. La questione non riguarda direttamente il nostro team o addetti del nostro team e siamo ottimisti riguardo il fatto che chi di dovere prendera’ le giuste decisioni”.
    Ha ragione lui. Mai come in questi giorni le sue dichiarazioni sono sembrate condivisibili. Perché il danno è fatto a tutte le squadre della F1 e non solo alla Ferrari. Stupisce, semmai, che nessuno degli altri team alzi la voce.

    “In inverno dicevo – ha proseguito Briatore – guarda che fortuna questi della McLaren che vanno subito forte con le gomme Bridgestone. Io sono un tipo fortunato, ci sta che lo siano anche gli altri. Noi eravamo in piena crisi. Il ritiro della Michelin si e’ rivelato un disastro. Sembra evidente che avevano i dati sulla distribuzione dei pesi della Ferrari, loro montano le Bridgestone da da quasi dieci anni. Ci sarebbe bastata quella paginetta del dossier rubato per risparmiare mesi e mesi di lavoro e trovare subito la soluzione. Abbiamo commesso l’errore di concentrarci sul lavoro in galleria del vento: ci e’ voluto un mese per regolarla sulle nuove gomme. Altri due mesi li abbiamo buttati via grazie a Ron Dennis: e’ stato lui a denunciarci per il mass damper. Non e’ un santo immacolato, come vuole far credere nei suoi comunicati. Campionato 2007 falsato? Si’. E non solo per noi, per la Ferrari e tutti gli altri tean: qui c’e’ una squadra che ha acquisito illegalmente un vantaggio. La sanzione? Non faccio il giudice. Leggetevi il regolamento: per il furto di proprieta’ intellettuali e’ prevista l’esclusione”.

    Intanto, sul fronte Ferrari-McLaren, il team di Maranello, forte delle sue convinzioni, ha rifiutato la proposta di Ron Dennis di chiudere in modo bonario la vicenda e – risponendo alle accusedel boss McLaren – ha ribadito che la F2007 che ha vinto in Australia era perfettamente regolare e che le modifiche sono state necessarie a seguito di un cambio nelle procedure di verifica che, fino ad allora, non avevano riscontrato alcuna violazione dei regolamenti

    530

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ferrari F1Flavio BriatoreMcLaren F1Renault F1Ron Dennis
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI