Spy-story: la FIA pubblica per errore le trascrizioni segrete del processo alla McLaren

Spy-story: la FIA pubblica per errore le trascrizioni segrete del processo alla McLaren

Spy-story: la FIA pubblica per errore le trascrizioni con i segreti Ferrari nel processo alla McLaren

da in Ferrari F1, Fia, Formula 1 2017, McLaren F1
Ultimo aggiornamento:

    Spy-story: la FIA pubblica per errore le trascrizioni con i segreti Ferrari nel processo alla McLaren

    A questa vicenda mancava proprio una punta di comicità per poter essere chiusa nel migliore dei modi. Proprio mentre la McLaren alzava banidera bianca e rinunciava al ricorso in appello mettendo definitivamente la parola FINE alla vergognosa vicenda della spy-story in F1, la FIA pubblicava per errore le trascrizioni dei processi e rendeva pubblici dei dati sensibili riguardanti la Ferrari.

    In realtà l’intenzione di rendere il tutto segreto c’era. Ma l’ostacolo degli omissis, cioè delle bande nere che impedisono di leggere il testo nei punti “caldi”, come molte volte avviene in questi casi, è stato facilmente aggirato copiando e incollando il testo dal file pdf ad un comune foglio di scrittura.

    E’ bastata, quindi, una semplice operazione per far diventare spioni alla Coughlan l’intero popolo della Formula 1. Fortunatamente per la Ferrari, le informazioni contenute nel processo non equivalgono minimamente alle quasi 800 pagine che Stepney ha “regalato” alla McLaren.
    Ci sono, però, spunti per i curiosoni come, ad esempio, lo stipendio percepito da Stepney e Coughlan (attorno ai 500mila euro). Frasi ancora più interessanti, però, riguardano le prove fatte dalla McLaren sulla distribuzione del peso.

    Particolarmente significativo un passaggio dove Coughlan parla con Paddy Lowe e Pedro de la Rosa di una soluzione per che venendo direttamente dalla F2007 è incompatibile con il progetto della MP4-22 e quindi inutilizzabile. Altro punto da citare è un dialogo tra Coughlan e De la Rosa dove discutono di un dispositivo nel posteriore della Ferrari che servirebbe a ritardare la frenata e renderla più graduale e, ad un certo punto, il collaudatore spagnolo si tira fuori ammettendo “è una roba da ingegneri, io sono soltanto un pilota…”

    Su questo link di Tgcom è ancora possibile leggere la versione non censurata. Sul sito ufficiale della FIA, invece, è stata prontamente inserita una nuova versione non più decifrabile.
    C’è da scommettere che, se noi comuni mortali non ci perderemo troppo tempo su quelle 115 pagine, qualche tecnico che lavora dalle parti di BMW, Renault, Williams, Honda, Toyota, Red Bull… sicuramente ci sta già cercando spunti utili per il 2008. E nessuno della Federazione potrà dirgli niente…

    449

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ferrari F1FiaFormula 1 2017McLaren F1