Spy Story: scacco matto McLaren. Dopo le scuse, la FIA si arrende e Ron Dennis è salvo

Spy Story, scacco matto McLaren

da , il

    Spy Story, scacco matto McLaren. Dopo le scuse, la FIA si arrende e Ron Dennis è salvo

    Sì, era proprio così. Dopo le clamorose ammissioni di colpa della McLaren e dopo le pubbliche scuse diffuse in un comunicato ufficiale dal team di Woking, la spy story.

    Se le cose restassero come sono adesso, ci sarebbe una nuova e decisiva udienza il 14 febbraio. Un’udienza dalla quale potrebbe saltar fuori qualche nuova, drammatica, polemica sanzione dannosa per la McLaren in primis ma anche per tutto lo sport dei motori.

    La nuova politica della Federazione, messa già in atto con la Renault ed evidentemente resasi necessaria di fronte al dilagante fenomeno dello spionaggio, è quella di premiare quantomeno l’onesta, la collaborazione e l’ammissione di eventuali errori.

    E’ per questo che ieri la McLaren ha tirato definitivamente giù la maschera. Ed è per questo che, con quella mossa, se la caverà.

    A dimostrazione della massima trasparenza delle operazioni di verifica, inoltre, la Federazione ha reso pubblico il documento redatto dal Dipartimento Tecnico che è stato inviato al World Motor Sport Council.